Seguici sui Social


Calcio

Un eurogol del Teramo ferma il volo della Juve Stabia

Avatar

Pubblicato

il

juve stabia teramo

PUBBLICITA

La Juve Stabia, dopo un ottimo periodo di forma e risultati, cade sul campo del Teramo: termina 1-0 per i padroni di casa grazie a un eurogol di Arrigoni da oltre 30 metri. Bella partita tra queste due formazioni ben messe in campo da mister Padalino e mister Paci.

Mister Padalino riprone la difesa a tre con Romero e Bubas in avanti. E’ proprio del gigante stabiese la prima chance del match con un sinistro che sfiora l’incrocio dopo un ottimo gioco di gambe in area avversaria. Ma il Teramo, gran bella squadra organizzata, non sta a guardare: Tomei, come al solito, è costretto al miracolo su un forte mancino di Cappa. L’ultima occasione della prima frazione è sul destro di Arrigoni che quasi sfrutta una indecisione con i piedi dello stesso Tomei.

La ripresa si apre proprio con una prodezza di Arrigoni: dai 35 metri il centrocampista del Teramo pesca il jolly e con il mancino centra il sette della porta dell’incolpevole Tomei. Il match si accende con diverse occasioni sia da una parte che dall’altra: Cappa sfida ancora il portiere gialloblu’, poi le vespe ci provano con diverse conclusioni di Bubas, Scaccabarozzi e Romero ma tutti i tentativi non centrano la porta di Lewandoski. L’ultima chance della partita è sulla testa di Codromaz che però termina alto. Vince il Teramo di Massimo Paci, la Juve Stabia ferma la propria corsa.

Pubblicità

Calcio

Juve Stabia, Fabiani: “Qui per riportare la società in B”

Avatar

Pubblicato

il

Il nuovo coordinatore dell’area tecnica della Juve Stabia Fabrizio Fabiani, figlio del noto direttore della Salernitana, ha rilasciato la sua prima intervista ufficiale ai canali della società gialloblu’.

Queste le sue dichiarazioni raccolte dalla nostra redazione:

“Ho voglia di far bene perché arrivo in una piazza importante che vive di calcio, ti spinge ad avere determinate motivazioni. Le stesse motivazioni che ho trovato in tutta la dirigenza e unione d’intenti per portare di nuovo in alto questo club.

Il calcio si sta evolvendo. E c’è bisogno di una figura che colleghi tutte le figure di una società di calcio: dalla struttura amministrativa fino a quella sportiva. Il nostro obiettivo è di far ripartire un nuovo ciclo vincente e riportare la squadra in B, con la famiglia Langella al timone.

Essere figlio d’arte è spesso un peso perché devi sempre dimostrare di più rispetto agli altri, ma questo resto un piacere. Ora sto lavorando con l’avvocato Todaro, con il quale porteremo avanti le idee della società.

Con il Potenza settimana prossima speriamo di fare una bella prestazione e di conquistare i tre punti. Anche se tra le due preferireì sempre la seconda.”

Continua a leggere

Trending