Seguici sui Social
PUBBLICITA


Cronaca

Assembramenti in piazza: intervengono le forze dell’ordine

Avatar

Pubblicato

il


PUBBLICITA

Identificati diversi ragazzini mentre stazionavano sul marciapiedi

di Stabia. Diversi giovani sono stati identificati dagli agenti del Commissariato di che questa sera stanno effettuando una serie di controlli, nell’ambito del rispetto delle misure di prevenzione della diffusione del contagio, in piazza Monumento. Gli uomini della polizia di stato hanno identificato diversi ragazzini che stazionavano nella parte della villa comunale rimasta fruibile. Alle spalle, invece, a lavoro gli agenti della polizia locale a presidio del Lungomare chiuso dalle 18 come da ordinanza sindacale.
Proprio nella giornata di ieri il Ministero dell’Interno ha inviato una circolare ai Prefetti chiedendo di adottare tutte le misure e le modalità per “intervenire in modo efficace e tempestivo sulla prevenzione degli assembramenti, a seguito dell’elevato numero registrato sul territorio nazionale nell’ultimo fine settimana e delle preoccupanti percentuali di inosservanza dell’obbligo di utilizzo delle mascherine”. Lo riferisce il viminale sul proprio sito. “L’invito – spiega il ministero – è a convocare in via d’urgenza i Comitati provinciali per l’ordine e la sicurezza pubblica al fine di programmare controlli più serrati e concordare con i sindaci l’utilizzo degli strumenti per il contenimento del fenomeno, in vista dei prossimi weekend. A partire dall’applicazione delle misure indicate nell’ultimo Dpcm sull’interdizione di strade o piazze potenzialmente interessate da assembramenti che – come specificato con la circolare del 20 ottobre 2020 – può anche avvenire attraverso il contingentamento degli accessi”.

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca

Dpcm, Conte insiste per un rientro a scuola il 14 dicembre

Avatar

Pubblicato

il

C’è una nuova data, anche se ancora ipotetica, per il ritorno sui banchi degli studenti. E’ quella del 14 dicembre e a farla è stato proprio il premier Giuseppe Conte durante la riunione dei capigruppo di maggioranza sul prossimo dpcm. Dieci giorni, per provare a restituire un po’ di normalità ai ragazzi, o almeno ad una parte di loro qualora il rientro non riguardasse tutti, e dar loro quello che il premier ha definito “un bel segnale”. Contrastanti, per ora, le reazioni dei partiti alla proposta, che dovrà comunque avere il via libera degli esperti del Comitato Tecnico Scientifico. Favorevole Italia Viva che chiede però trasporti adeguati, contrari gli altri schieramenti. Il dibattito in corso in questi giorni se far tornare i ragazzi nelle aule a dicembre o direttamente il 7 gennaio, dopo le vacanze di Natale, non si ferma. Non è un mistero che la ministra Azzolina voglia riportare in classe gli studenti, per quanto in modo graduale, nonostante la Commissione Ue sia dell’idea opposta e inviti addirittura ad allungare di una settimana le vacanze di fine anno. “Ci pensino bene e valutino con attenzione”, e’ l’invito al governo del presidente dell’Associazione Nazionale Presidi, Antonello Giannelli. “Capisco l’operazione simbolica – aggiunge – ma mi chiedo cosa possa accedere nei grandi centri dove i trasporti non sono pronti”. Ed è per questo che, probabilmente, si chiederà l’intervento delle Prefetture.

Continua a leggere

Trending