Seguici sui Social


Politica

Castellammare, impennata di contagi. Altri 108 positivi, un bimbo di 20 giorni. Il sindaco: presto nuove misure

Pubblicato

il


“L’Asl e la Regione Campania ci hanno comunicato nelle ultime 24 ore ulteriori 108 contagi tra i cittadini di Castellammare di Stabia. Tra i contagiati anche un bimbo di appena 20 giorni. Un numero impressionante che è necessario abbassare quanto prima. Governo e Regione stanno per rendere operative restrizioni e nuove misure cui si aggiungeranno provvedimenti che il Comune deciderà di adottare da qui a breve”. Lo annuncia il sindaco Gaetano Cimmino.

“Come ho già avuto modo di affermare ho contattato la Prefettura di Napoli e sto predisponendo una nuova serie di misure che ci consentirà di abbassare quella maledetta curva dei contagi nella speranza di vivere assieme il periodo natalizio in serenità. Stiamo pagando un prezzo altissimo sul nostro comprensorio.

Vi aggiornerò nelle prossime ore su tutte le decisioni che sono in procinto di prendere”.


Pubblicità

Politica

Raid alla Fontana dei Tritoni appena inaugurata, il sindaco va su tutte le furie

Cimmino in versione sceriffo: “Tolleranza zero contro i vandali”

Pubblicato

il

Raid notturno alla Fontana dei Tritoni appena inaugurata. Il sindaco Gaetano Cimmino va su tutte le furie e annuncia tolleranza zero contro i vandali: “Non ne possiamo più delle mele marce che si ostinano a non voler bene a questa città, con gravi ricadute su tutti i cittadini di Castellammare di Stabia. Questa notte ignoti hanno danneggiato la Fontana dei Tritoni, oggetto di restyling ed inaugurazione appena pochi giorni fa, ed i bagni pubblici. In entrambi i casi i nostri operai sono già al lavoro per ripristinare il tappo della cassetta di diramazione idraulica della Fontana ed i raccordi idraulici che forniscono acqua agli orinatoi. Gli episodi sono stati prontamente denunciati alle forze dell’ordine. L’attenzione alla quotidianità che la mia amministrazione sta mettendo in campo ha subito degli attacchi. Basta. Non faremo sconti a nessuno. Ricordo solo a questi vandali che il danneggiamento di beni pubblici di interesse storico o artistico ovunque siano ubicati è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni secondo l’art. 635 del Codice Penale”.

Continua a leggere

Trending