Seguici sui Social

Cronaca

Castellammare. Lungomare chiuso, intensificati i controlli della Polizia in strada

Pubblicato

il


Operazione congiunta tra Municipale e Polizia di Stato

Castellammare di Stabia. Dopo la giornata di domenica oggi è il primo sabato che vede la Villa Comunale interdetta al pubblico alla vigilia del lockdown regionale che dovrebbe partire dalla mezzanotte di stasera. In città, dove si registra traffico intenso sulle principali arterie stradali, sono stati intensificati i controlli volti al rispetto delle norme anticovid. In campo gli agenti della polizia municipale agli ordini del comandante Antonio Vecchione e gli uomini del commissariato di Castellammare di Stabia guidato dal Dirigente Pietro Paolo Auriemma. Controlli sia ad attività commerciali che ad utenti della strada e pedoni. Sarà liberamente possibile circolare, anche se sconsigliato se non per reali motivi, fin quando non entrerà in vigore la zona rossa. In quel caso si dovrà uscire solo per comprovate esigenze e muniti di autocertificazione anche per spostamenti all’interno dello stesso comune.


Cronaca

Gragnano, sconto tari del 20% a commercianti che resistono alla crisi del Covid

Pubblicato

il

Credito di imposta del 20% sulla tari 2021 per commercianti ed operatori turistici che resistono alla crisi del Covid

Gragnano. Il comune tende una mano alle attività commerciali che, alle prese dall’emergenza Coronavirus che ha portato ad un calo delle entrate, resistono e non chiudono mantenendo i livelli occupazionali. L’amministrazione guidata da Paolo Cimmino, utilizzando l’avanzo del ristoro previsto dalla Stato a favore degli enti locali nell’ambito del Decreto Ristori bis, ha predisposto che soggetti commerciali che hanno avuto un calo di vendita o dovuto chiudere le attività a causa dell’emergenza Coronavirus uno “sconto” straordinario a valere sul pagamento della Tari 2021. Il budget messo a disposizione è di 150 mila euro e verrà assegnato sulla base di un avviso pubblico e della verifica dei requisiti. Il contributo sarà, infatti, erogato solo al momento del pagamento della quota Tari 2021, mediante un meccanismo di riemissione dell’avviso con uno sconto del 20% da parte del concessionario alla riscossione Publiservizi. «Abbiamo utilizzato – spiega il primo cittadino – i risparmi del Decreto Ristori per sostenere lo sforzo di quasi tutti gli operatori commerciali e turistici di Gragnano. Si tratta di una misura che segnala il modo originale attraverso cui la fiscalità comunale può aiutare commercio e occupazione. Ci auguriamo di poter ripetere questa operazione anche nel 2022, in relazione al maggior peso dell’autonomia finanziaria degli enti locali. Il provvedimento adottato segnala come le buone pratiche dei Comuni possano sostenere la ripresa della nostra economia, soprattutto se ci sarà un’espansione dei trasferimenti dal centro agli enti locali». Mariarosaria Greco

LEGGI  Lamiere dell'Avis pericolanti: via Meucci chiusa al traffico
Continua a leggere