Seguici sui Social

Cronaca

Castellammare piange “don Armando”, storico bidello della scuola al Cmi

Pubblicato

il



Castellammare di Stabia. E’ morto Armando Agozzino, conosciuto da tutti come “don Armando”, storico bidello del Quinto Circolo “Karol Wojtyla” alla periferia di Castellammare di Stabia. Una vita dedicata alla scuola e ai suoi piccoli studenti. Armando, prima di essere assunto nella scuola, ha avuto un passato da barbiere nella bottega di famiglia. A Via Napoli, zona Cantieri Metallurgici, era conosciuto praticamente da tutti. Tutti portano un ricordo positivo. Era pronto a dare una caramella ai più piccoli o una moneta a chi aveva bisogno. Il suo pensiero era anche per gli animali randagi che, quando poteva, sfamava. Il ricordo sui social «Se ne va un uomo di altri tempi. Buon Viaggio don Armando». «La giornata di ieri – scrive un utente – passerà alla storia per la morte di Diego Armando Maradona, per me, nonostante sono un estimatore del dio del calcio, passerà alla storia per la scomparsa del mio amato bidello “don Armando”».


Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca

Blitz notturno dei carabinieri: diversi arresti per droga e armi

Pubblicato

il

Vasta operazione dei Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli nel cuore della notte. Duro colpo inferto a nuovo polo camorristico dell’area stabiese

Castellammare di Stabia. Operazione notturna dei dei Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli, coordinati dalla DDA partenopea, che ha portato all’arresto di diversi soggetti, gravemente indiziati a vario titolo, dei reati di associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, detenzione e porto illegale di armi clandestine, anche da guerra, con relativo munizionamento e ricettazione. L’operazione è frutto di indagini, avviate nel 2017, condotte dai Carabinieri Compagnia di Castellammare di Stabia sotto la direzione della DDA di Napoli, che hanno permesso di accertare la nascita sul territorio stabiese di un’associazione armata finalizzata al narcotraffico, che si prefiggeva la creazione di un nuovo polo camorristico autonomo.

Continua a leggere