Seguici sui Social


Cronaca

Covid: controllo della temperatura al Cimitero “gestito” dai Rom(VIDEO)

Avatar

Pubblicato

il


PUBBLICITA

Rom gestiscono l’utilizzo dei termoscanner al  

. Preso d’assalto il cimitero in questi due giorni dedicati alla commemorazione dei defunti. Sia ieri che oggi centinaia di stabiesi hanno fatto visita nelle due strutture di via Napoli che, nonostante la fase emergenziale, sono rimaste aperte. Ingressi contingentati, in fila e il doppio percorso entrata/uscita. Il comune ha predisposto tutto l’occorrente per cercare di rispettare le norme anticontagio. Sono stati istallati anche dei termoscanner per la misurazione della temperatura in ingresso anche se diversi cittadini nonostante le prescrizioni avrebbero comunque fatto accesso al cimitero con temperatura superiore al limite dei 37,5. Proprio a ridosso dei termoscanner una famiglia di cittadini extracomunitari, forse di origine Rom, che elemosina monete all’ingresso e aiuta gli stabiesi all’utilizzo delle apparecchiature. A raccontare quanto avviene è il Gruppo Essere Stabia che ha postato un video sui social condannando anche  la scelta di lasciare aperti i cimiteri. «Il nostro appello per la regolamentazione dei flussi in questi giorni di festa è caduto nel vuoto – scrivono – La sola apposizione del termometro termoscanner all’ingresso del cimitero senza alcun altro tipo di controllo dell’affluenza è evidentemente in contrasto con il Comunicato Stampa della Regione Campania nel quale si invitava tutte le amministrazioni comunali a prevedere la chiusura o una rigida regolamentazione dell’accesso ai cimiteri». (QUI IL VIDEO)

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca

Covid, diminuisce la pressione ospedaliera: Campania verso il cambio di “colore”. Domani la decisione

Avatar

Pubblicato

il

Il numero dei casi è ancora alto, e la Campania si conferma terza regione italiana per aumento dei contagi, ma il rapporto positivi-test, intorno al 9%, è sotto la media nazionale e prosegue il calo dell’occupazione dei posti letto. Con cifre in chiaroscuro, ma che confermano un trend di miglioramento, la regione attende il verdetto della Cabina di regia del ministero della Salute, che domani si pronuncerà sulla riclassificazione delle zone di rischio. Probabile, secondo più fonti, che la Campania passi dall’area rossa a quella arancione, rimandando alla prossima verifica – se il calo della curva epidemica verrà confermato – la ‘promozione’ in zona gialla, quella con le minori restrizioni. Oggi sono 2.295, di cui solo 154 sintomatici, i nuovi positivi al Covid rilevati in regione su 24.709 test eseguiti. Il rapporto tra contagi e tamponi rimane stabile, come ieri, al 9,3%. Prosegue invece il calo delle degenze: risultano occupati in terapia intensiva 162 posti (ieri erano 173) su 656 disponibili, e 2.041 posti covid ‘ordinari’ (ieri 2.064) sui 3.160 disponibili in ospedali pubblici e strutture private. Ben 54 le nuove vittime, informa l’Unita’ di crisi, di cui 28 decedute nelle ultime 48 ore e 26 relative ai giorni scorsi ma registrate solo ieri. E’ allarme a Benevento, dove nell’ospedale San Pio si sono registrati ben sei decessi nelle ultime 24 ore.

Continua a leggere

DALLA HOME

Pubblicità

Trending