Seguici sui Social
PUBBLICITA


Cronaca

Covid: Castellammare piange un altro medico, morto Francesco Chierchia

Avatar

Pubblicato

il


PUBBLICITA

Dopo Giovanni Tommasino c’è un secondo medico morto per a

. La città di Castellammare piange un altro medico morto per Coronavirus. Dopo Giovanni Tommasimo nel corso della prima fase dell’emergenza sanitaria che è stato il primo medico morto per Covid, c’è Francesco Chierchia. Il camice bianco, dirigente dell’ASL Napoli 3 Sud è morto questa mattina all’età di 65 anni. Era in attesa dell’esito del secondo tampone. La scorsa settimana Chierchia aveva accusato i sintomi comuni al coronavirus e si era sottoposto a tampone molecolare che aveva dato esito negativo. La situazione però si è aggravata nei giorni seguenti ed è per questo che aveva eseguito il secondo tampone ed era in attesa di risultato che sarebbe dovuto arrivare tra ieri ed oggi. Il medico dirigente era in isolamento domiciliare con gravi difficoltà respiratorie. Questa mattina, all’alba, non ce l’ha fatta a reggere ed è morto.

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca

Dpcm, Conte insiste per un rientro a scuola il 14 dicembre

Avatar

Pubblicato

il

C’è una nuova data, anche se ancora ipotetica, per il ritorno sui banchi degli studenti. E’ quella del 14 dicembre e a farla è stato proprio il premier Giuseppe Conte durante la riunione dei capigruppo di maggioranza sul prossimo dpcm. Dieci giorni, per provare a restituire un po’ di normalità ai ragazzi, o almeno ad una parte di loro qualora il rientro non riguardasse tutti, e dar loro quello che il premier ha definito “un bel segnale”. Contrastanti, per ora, le reazioni dei partiti alla proposta, che dovrà comunque avere il via libera degli esperti del Comitato Tecnico Scientifico. Favorevole Italia Viva che chiede però trasporti adeguati, contrari gli altri schieramenti. Il dibattito in corso in questi giorni se far tornare i ragazzi nelle aule a dicembre o direttamente il 7 gennaio, dopo le vacanze di Natale, non si ferma. Non è un mistero che la ministra Azzolina voglia riportare in classe gli studenti, per quanto in modo graduale, nonostante la Commissione Ue sia dell’idea opposta e inviti addirittura ad allungare di una settimana le vacanze di fine anno. “Ci pensino bene e valutino con attenzione”, e’ l’invito al governo del presidente dell’Associazione Nazionale Presidi, Antonello Giannelli. “Capisco l’operazione simbolica – aggiunge – ma mi chiedo cosa possa accedere nei grandi centri dove i trasporti non sono pronti”. Ed è per questo che, probabilmente, si chiederà l’intervento delle Prefetture.

Continua a leggere

Trending