Seguici sui Social

Politica

La proposta di Maresca: «Un pronto soccorso mobile per curare i codici verdi»

Pubblicato

il


Un pronto soccorso mobile per curare i casi meno gravi. E’ la proposta della consigliera comunale stabiese Enza Maresca: «Il nostro ospedale sta affrontando una prova durissima – sostiene l’esponente di maggioranza – L’efficienza e l’abnegazione di medici e infermieri stanno cercando di contenere una situazione gravissima ma loro da soli non possono farcela e gela la freddezza e i ritardi delle istituzioni davanti alle loro richieste di aiuto
Io ho proposto al sindaco di chiedere se c’è la possibilità di individuare uno spazio ampio in cui predisporre strutture mobili gestite anche da medici e personale sanitario, magari dell’esercito per dare i primi soccorsi ai codici verdi ed ai casi almeno all’apparenza meno gravi e decidere in quali casi è possibile far procedere le cure a livello domiciliare e quali casi invece hanno la necessità di essere approfonditi nel presidio ospedaliero
Sarebbe un modo per garantire comunque assistenza ad un maggior numero di persone lasciando all’ospedale la possibilità di agire in modo più tempestivo sui casi più gravi.
Incrociamo le dita ma facciamo ognuno il proprio dovere: limitiamo i contatti, usiamo i dispositivi di protezione e usiamo le opportune accortezze igieniche. Certo noi non abbiamo colpa di una Sanità che non ci tutela ma ognuno di noi nel nostro piccolo deve attivamente dare il proprio contributo a che la curva dei contagi non aumenti».


Continua a leggere
Pubblicità

Politica

Giunta ancora in alto mare: Cimmino tenta la carta De Angelis. In corsa anche l’ex assessore Coppola

Pubblicato

il

de Angelis, Mercatelli e Nastelli

Anche il week end è scivolato via, tra incontri e guerre di posizionamento, senza scoprire i volti della nuova giunta. Le indiscrezioni fatte trapelare da Palazzo Farnese, circa un imminente annuncio, si sono rivelate nuovamente inattendibili. Si va avanti ad oltranza e il rebus è sempre di più difficile soluzione per il sindaco Gaetano Cimmino. Il primo cittadino ha deciso per escludere Michele Sanzone dalla giunta, un passo che avrà ripercussioni sulla tenuta della maggioranza. I consiglieri Dc potrebbero a questo punto abbandonare il centrodestra. E allora è partita la caccia alle stampelle della maggioranza. All’occorrenza, Cimmino potrà contare su Laura Cuomo, che per ora non diventerà organica al centrodestra. Poi c’è l’opzione Tina Donnarumma, che ha ormai dichiarato di voler rientrare con la sua Lega in maggioranza. Ma l’ultimo tentativo, andato in scena proprio nel week end, è l’offensiva partita per convincere Massimo de Angelis a rientrare nel centrodestra. Per la buona riuscita dell’operazione, sono scesi in campo i big di Forza Italia.

Ieri mattina, per le vie del centro, Antonio Pentangelo e l’imprenditore Biagio Vanacore sono stati notati in compagnia di esponenti della maggioranza. L’obiettivo, in queste ore, è di far rientrare nel centrodestra Massimo de Angelis, che non avrebbe ancora dato il proprio assenso all’operazione, dopo che è stato candidato proprio contro Cimmino nel 2018 per la coalizione trainata dal Pd.

Un ritorno di fiamma che, però, avrebbe ripercussioni sulla giunta attualmente disegnata dal sindaco Cimmino. Sull’altare dell’accordo con de Angelis, infatti, il sindaco sarebbe pronto a sacrificare Fulvio Calì. A questo punto il nome più accreditato per guidare l’assessorato all’Urbanistica diventerebbe Antonio Coppola, architetto collega di studio del sindaco Cimmino, ma soprattutto ex assessore della giunta Bobbio, quando Cimmino era presidente del consiglio comunale.

Daniele Di Martino

LEGGI  La sindaca Abagnale sostiene De Luca, pronta ad aderire a Italia Viva
Continua a leggere