Seguici sui Social

Cronaca

Pompei, parte l’iniziativa “pizza solidale” per famiglie in difficoltà

Pubblicato

il


Pompei. Pizze gratis alle famiglie in difficoltà economiche. E’ l’evento promosso da Amministrazione comunale e Mulino Caputo che hanno messo in piedi un’iniziativa di beneficenza. Pizze gratis alle famiglie in difficoltà economiche. È l’iniziativa organizzata dagli assessorati alle politiche sociali e alle attività produttive, guidati da Michele Troianiello e Vincenzo Mazzetti in collaborazione con l’azienda napoletana e il brand ambassador , Vincenzo Iannucci. Una manifestazione di solidarietà nei confronti delle persone meno fortunate, messe a dura prova dal protrarsi della pandemia da Covid 19.
La manifestazione durerà quattro giorni a partire da lunedì 23 fino a giovedì 26, dalle ore 12:00 alle 15:00. L’area prescelta per allestire il mini villaggio della pizza è la Fonte Salutare. Due i forni che verranno allestiti. Tutti i pizzaioli pompeiani che hanno aderito con piacere alla manifestazione produrranno una media di 300 pizze al giorno che saranno distribuite alla famiglie bisognose attraverso le associazioni di volontariato, la Caritas e il Forum dei Giovani che provvederanno alla consegna. “In questo modo – spiegano gli organizzatori – non creeremo alcun assembramento e avremo la certezza che il calore del nostro gesto arriverà direttamente nelle case di chi in questo momento ha bisogno di maggiori attenzioni”. Una parte delle pizze saranno consegnate anche alla mensa dei poveri gestita dalla Caritas nella casa del Pellegrino.


Cronaca

Covid, Terzigno primo comune dell’area vesuviana a proclamarsi zona rossa

Pubblicato

il

carabinieri-generico

Terzigno. Stretta sugli assembramenti a Terzigno, comune dell’area vesuviana, nella settimana tra il 22 e il 28 febbraio, si è registrata un’incidenza di nuovi positivi per 100mila abitanti pari a 589,2, a fronte del dato complessivo dell’intera Campania pari a 227,81. Il sindaco Francesco Ranieri ha firmato un’ordinanza per far fronte alle “numerose segnalazioni di persone, e in particolare minori, che sostano in prossimità di esercizi commerciali o in piazze e strade, prive dei dispositivi di protezione prescritti”. L’ordinanza dispone, da venerdì 5 a domenica 21 marzo, il “divieto di stazionare e fermarsi nelle piazze e strade cittadine dalle ore 5 alle ore 22, salvo che per motivate e comprovate esigenze lavorative o di studio o situazioni di necessità o per motivi di salute, ovvero per la necessità di usufruire di servizi non sospesi”. Analogamente, viene disposto il divieto di fumare e consumare bevande in piazze e strade dalle 5 alle 22 e il divieto di circolazione, per tutto l’arco della giornata, di automobili con a bordo più di due persone non conviventi. Coprifuoco per i minorenni dalle 18 alle 22 se non accompagnati da un maggiorenne convivente. Nell’ordinanza si invita inoltre tutti i cittadini “a non uscire di casa, fatto salvi i casi assolutamente indispensabili”, e i genitori “a vigilare affinché non consentano ai figli minorenni l’accesso in strade e luoghi pubblici senza essere accompagnati da un adulto e per comprovati motivi di lavoro, studio, salute, necessità”. Ranieri, in un post su Facebook con il quale annuncia l’ordinanza, spiega: “Ho cercato fino alla fine di evitare il pugno duro confidando sempre nella mia comunità che si è sempre contraddistinta in precedenza. Purtroppo i numeri non ci danno ragione.

Continua a leggere