Seguici sui Social

Cronaca

Covid, De Luca avverte: “Vieteremo ogni spostamento nelle festività. Controlli anche per chi arriva dal Nord”

Pubblicato

il

PUBBLICITA


Il Governatore della Campania anticipa alcune delle misure che adotterà sul territorio regionale

«Non ci sarà mobilità per i comuni sotto i 5mila abitanti, faremo una ordinanza che lo vieta». Lo ha detto Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania, in diretta Facebook. «Questo weekend – ha affermato – faremo un’ordinanza per tentare di bloccare vendita di alcolici e consumo di alcolici di qualunque altro genere di consumo in pubblico
La situazione oggi in Campania è quella che conosciate tutti. Se dio vuole la Campania si è salvata: abbiamo retto onda contagio fine settembre/inizio ottobre, abbiamo retto con misure di guerra per il nostro sistema sanitario. Oggi la Campania è scomparsa dai titoloni di giornali. Ci salviamo per due-tre ragioni: perchè abbiamo fatto filtro ad agosto per chi rientrava, secondo perchè abbiamo chiuso le scuole un mese prima che a livello nazionale; terzo per le misure di contenimento prima degli altri nonostante attacchi e guerriglia. Queste misure ci hanno consentito di salvarci a oggi. Cercheremo – ha affermato De Luca – di controllare quelli che arrivano dal Nord nei treni. Noi siamo l’unica Regione – ha aggiunto – che già da una settimana, nelle principali stazioni, effettua controlli della temperatura corporea per cercare di filtrare e, per quanto possibile, fermare contagi di importazione. È del tutto evidente – ha concluso – che in questo quadro è decisivo il senso responsabilità di ogni cittadino”.


Cronaca

Superato il milione di vaccinati: Campania prima regione ma De Luca attacca: “Distribuzione squilibrata”

Pubblicato

il

PUBBLICITA

Il Governatore: “Nostro sistema sanitario efficiente, ma la distribuzione delle dosi è squilibrata”

Tocca quota 1.072.086 il numero delle vaccinazioni somministrate fino a oggi, secondo i dati diffusi dal Ministero della Salute, e aggiornati a questa sera. Vaccino inoculato a 672.362 donne e 399.724 uomini. I destinatari sono operatori sanitari e sociosanitari (745.651), personale non sanitario (230.461) e ospiti delle strutture sanitarie (95.974). La Campania resta la prima regione d’Italia con 98.505 somministrazioni di Vaccini, su 101mila 145 dosi consegnate fino ad ora, ovvero il 97,4 per cento. Per fasce di età 10.259 dosi sono state somministrate nella fascia di età tra i 20 e i 29 anni; 17.136 nella fascia di età che va dai 30 ai 39 anni; 19.035 sono state somministrate nella fascia di età tra i 40 e i 49 anni; 25.867 nella fascia di età tra i 50 e i 59 anni; 21.547 nella fascia di età che va dai 60 ai 69 anni. “Questo – commenta De Luca – è una cosa che deve farci inorgoglire perché dimostra l’efficienza del nostro sistema sanitario. Ma la sfida più importante, quasi al limite della follia, è  di diventare per fine anno la prima regione d’Italia e d’Europa ad uscire fuori dall’epidemia, ovvero completare la vaccinazione per tutti i campani. La distribuzione dei Vaccini in Italia è squilibrata – ha spiegato De Luca – abbiamo avuto meno Vaccini di quanti ne dovessimo avere in base alla popolazione campana; dobbiamo dunque recuperare una quota in più di Vaccini, ma abbiamo dimostrato di essere molto efficienti”.
I numeri delle regioni. Abruzzo (76,7%), Basilicata (53,4%), Calabria (45,9%), Campania (97,4%), Emilia-Romagna (85,1%), Friuli Venezia-Giulia (75,2%), Lazio (73%), Liguria (64,3%), Lombardia (72,2%), Marche (77,8%), Molise (65,5%), Provincia autonoma Bolzano (72,2%), Provincia di Trento (64,9%), Piemonte (77,5%), Puglia (73,5%), Sardegna (64,3%), Sicilia (71,7%), Toscana (80,4%), Umbria (82,4%), Valle d’Aosta (79%), Veneto (83,5%).

Continua a leggere

Trending