Seguici sui Social

Politica

Inizia l’avventura di StabiaNews.it con #RassegnaMunicipal. Ogni mattina in diretta la rassegna stampa

Pubblicato

il



Da ieri è iniziata la nuova avventura di #RassegnaMunicipal. Una nuova sezione sul nostro sito StabiaNews.it dedicata al mondo dell’informazione, senza prenderci molto sul serio. La rubrica è a cura di Giovanni Santaniello e Catello Varone. Ogni mattina saremo in diretta Facebook dall’edicola Varone di piazza Giovanni XXIII.
Nella #RassegnaMunicipal di oggi, mercoledì 2 dicembre 2020, in ordine cronologico:
✅ Di Venere e di Marte non si sposa, non si parte, nè si dà principio all’arte (e ieri, che era martedì, con tutti i problemi tecnici che abbiamo avuto inaugurando la nostra collaborazione con StabiaNews.it, ce ne siamo accorti una volta di più)
✅ Una buona notizia, in ogni caso: il pezzo di Giulianone Ferrara su Il Foglio che oggi si intitola “L’informazione come bordello” non è rivolto a noi,
✅ Maradona: don Tonino Palmese confessa a Giuliana Covella che per la nuova denominazione dello stadio vuole mischiare sacro e profano
✅ Diego a rischio padrepiozzazione: scatta la corsa alla cappella
✅ Il libro su Padre Pio di Matteo Cosenza: il vero miracolo (che trovate anche nel reparto libreria di Catello Varone)
✅ Un bestseller (Spillover) per capire la pandemia a giusto un anno di distanza dal primo contagio. David Quammen l’aveva preannunciata, Franco Faella continua ad avvisarci
✅ La prima del Teatro San Carlo in streaming
✅ I messaggi di The Frank (che cita Ennio Flaiano) e di Giustina Varone (strappalacrime)

#RassegnaMunicipal del 02-11-20 CLICCA PER GUARDARE


Continua a leggere
Pubblicità

Politica

Debito Asam da 16 milioni, il Comune rischia un nuovo dissesto

Pubblicato

il

Altra tegola per Cimmino. È di qualche giorno il rigetto da parte dei commissari della proposta di inserire il debito ASAM da 16 milioni nell’organismo speciale di liquidazione. Detta così sembrerebbe una cosa tecnica da addetti ai lavori se non fosse che questo provvedimento di rigetto significa un grande alert per le casse comunali e per lo “spareggio” di bilancio. Si pensi che nel dicembre 2013 la allora amministrazione Cuomo dichiarò il dissesto per cifre intorno ai 15 milioni di euro ed adesso questa partita pregressa Asam si avvicinerebbe a quella somma li’. Vero è che la liquidazione ASAM con la relativa debitoria è storia del 2014 certamente non ascrivivile a Cimmino, tuttavia fa specie che l’assessore al ramo, profonda conoscitrice di tutte le partecipate avendo esercitato ruoli diversi con tutti i colori politici, non abbia dedicato tempo in questi ormai tre anni a questa vicenda. Era in itinere ed in via di completamento una transazione che coinvolgeva Comune Gori e Asam ma le tracce si sono perse nei cassetti di Palazzo Farnese.
Ormai fra un po’ si accende la candelina del terzo anno, il giro di boa del mandato sindacale abbondantemente superato, la scusa della colpa del passato non funziona più.
Buffalo Bill

Continua a leggere