Seguici sui Social



Cronaca

Mazzette al Comune, non si fermano le inchieste sull’ufficio tecnico. Di Martino (Iv): “Complimenti alle forze dell’ordine”

Pubblicato

il

PUBBLICITA


Non c’è pace per l’ufficio tecnico del Comune di Castellammare. Ancora un’inchiesta, ancora arresti, ancora corruzione. Negli anni, il settore urbanistica è stato messo sotto la lente di ingrandimento della Procura, attraverso il lavoro costante della guardia di finanza. L’ultimo, in ordine di tempo, a finire nel mirino degli inquirenti è Ranieri Esposito, geometra di lungo corso del settore tecnico, per due presunti episodi di corruzione. E non è il primo, da anni ormai le inchieste hanno scoperchiato il vaso di pandora. Per gli inquirenti è ormai una prassi consolidata. Certo, non bisogna generalizzare, ma gli episodi di corruzione registrati all’ufficio tecnico fanno intendere una gestione delle cosa pubblica molto spregiudicata da parte di dipendenti ritenuti infedeli.
Sulla questione interviene anche il capogruppo di Italia Viva, Andrea Di Martino: “Un plauso alle forze dell’ordine, alla guardia di Finanza e al corpo di Polizia Municipale della città di Castellammare di Stabia, per il lavoro di controllo del territorio che è stato compiuto in questi anni. La repressione degli abusi edilizi e della corruttela da essi derivanti è una azione fondamentale a difesa del territorio. Sia nelle attività di prevenzione del dissesto idrogeologico sia per garantire uno sviluppo armonico, adeguato alla funzione turistica che Castellammare dovrebbe avere. Gli arresti avvenuti oggi sono la conferma di una attenzione costante che è in corso, per la quale tutti dovrebbero assumere comportamenti adeguati”.

Daniele Di Martino


Continua a leggere

Cronaca

Castellammare, altro raid nella notte: derubata panetteria

Pubblicato

il

Castellammare di Stabia. Altro furto nella notte ai danni di un’attività commerciale. Questa volta è toccata ad una panetteria in Via Salita de Turris in pieno centro città. Amara sorpresa per i proprietari dell’attività che si sono trovati segni di effrazione alle serrande del negozio. Sul posto gli agenti del commissariato di Polizia di Castellammare di Stabia e gli uomini della sezione scientifica. Si tratta dell’ennesimo raid avvenuto nel corso della settimana a Castellammare di Stabia. Sono tutt’ora in corso i rilievi del caso. Da quantizzare l’entità del furto. Da un anno si perpetuano danni ai negozi, da un anno si cercano gli autori dei vari raid ma senza successo. emidav

Continua a leggere