Seguici sui Social

Sport

Quagliarella: “Da Napoletano un onore giocare nello stadio Diego Armando Maradona”

Pubblicato

il

fabio-quagliarella
PUBBLICITA


Mio padre aveva l’abbonamento al Napoli e registrava tutte le partite in vhs, mi ha trasmesso questa malattia. Io da piccolo guardavo tutte le partite e i gol del Napoli”

Gara singolare quella di domani per il bomber stabiese Fabio Quagliarella che affronterà con la sua Samp il Napoli allo stadio Diego Armando Maradona.  “Siamo la prima squadra italiana che affronterà il Napoli allo stadio Diego Armando Maradona e questo è un privilegio. Per me che sono napoletano e capitano della Samp è qualcosa di unico, che resterà nella storia” dice l’attaccante. “Fare gol allo stadio Maradona è uno stimolo in più? Sicuramente, per me non è una partita come le altre – spiega in un’intervista concessa a Sky Sport – noi abbiamo bisogno di fare punti come squadra”. L’attaccante della Sampdoria, 5 gol sin qui in campionato, con la maglia del Napoli ha segnato 10 reti al San Paolo nella stagione 2009/2010 . “Il numero 10 per me rappresenta Maradona. Rappresenta quel giocatore che non è come gli altri nella squadra. Ovviamente negli anni in cui sono stato a Napoli la maglia numero 10 era libera, ma ho preferito proseguire con il mio 27”. Il ricordo del Pibe de oro è speciale: “Maradona per noi napoletani è tutto, ci ha reso orgogliosi in Italia e nel mondo. Faceva parte della famiglia. Tutti abbiamo avuto il poster di Maradona. Mio padre aveva l’abbonamento al Napoli – ricorda Quagliarella – e si registrava tutte le partite in vhs, mi ha trasmesso questa malattia. Io da piccolo guardavo tutte le partite e i gol del Napoli”. Dall’eredità di Maradona a quella di Paolo Rossi, scomparso da poche ore all’età di 64 anni. “Questo è stato un 2020 bastardo, passatemi il termine. Quando vanno via giocatori del genere si portano via anche le emozioni – è il pensiero dell’attaccante della Sampdoria – campioni del genere hanno reso orgogliosi gli italiani”.


Politica

Striscione per Meridbulloni sui palazzi del Romeo Menti

Pubblicato

il

PUBBLICITA

Uno striscione per Meridbulloni spunta dai palazzi del Romeo Menti. Quelli che ormai sono gli unici spettatori delle partite della Juve Stabia, nel corso della partita contro la capolista Ternana. Un ulteriore sostegno alla lotta degli operai che stanno lottando per difendere il proprio posto di lavoro. Per loro si è accesa una speranza legata a un nuovo gruppo intenzionato a investire sul territorio.

Continua a leggere

Trending