Seguici sui Social

Politica

Reddito di cittadinanza, il Comune pronto a impiegare 40 beneficiari in lavori di pubblica utilità

Pubblicato

il

reddito-cittadinanza


Quelli del reddito di cittadinanza finalmente potranno offrire un supporto al Comune. La giunta ha approvato quattro progetti per impiegare 40 destinatari della misura voluta dal Movimento Cinque Stelle. Coloro che sono inoccupati saranno chiamati a prestare la propria opera gratuita. Il Comune ha individuato diversi ambiti in cui impiegare i beneficiari del rettido. Alcuni saranno addetti alla Biblioteca comunale, impegnati non solo nel garantire l’apertura e la chiusura, ma anche il riordino dei testi presenti.
Un altro progetto è legato alla scuola: i beneficiari saranno chiamati a svolgere attività di supporto ai collaboratori scolastici addetti in entrata e in uscita al controllo dell’applicazione del protocollo anti Covid-19, attività di piccola manutenzione (piccoli interventi edili e idraulici, tinteggiatura pareti, infissi, ringhiere e cancellate, pulizia esterna di infissi,
manutenzione e riparazione di infissi, tapparelle, ringhiere e scale), attività che sembrano secondarie ma che in realtà sono fondamentali per mantenere sicurezza, funzionalità.
Un altro progetto “Sono con te” promuove la salute e il benessere psico-sociale delle persone che vivono presso il proprio domicilio in condizione di “fragilità” e si propone di fornire risposte e supporto al disagio e alle difficoltà quotidiane.
Infine, il progetto che riguarda la manutenzione del verde cittadino e degli spazi pubblici: pulizia manuale dell’arenile, delle aiuole e dello spazio in cui sono presenti giostrine e attrezzi per fare sport all’aperto; manutenzione della cartellonistica sulla sensibilizzazione ambientale; pulizia e igienizzazione dei giochi e delle giostrine per i bambini;
pulizia e igienizzazione delle aree presenti in villa dedicate allo sport.
Tutti i progetti avranno durata di 18 mesi e sono destinati a un numero di 40 beneficiari.
I partecipanti avranno un colloquio preliminare al fine di evidenziare e valutare le caratteristiche personali e le attitudini, nonché il titolo di studio, le esperienze lavorative pregresse ed infine la prossimità al luogo di svolgimento delle attività o l’eventuale possibilità a raggiungere lo stesso.


Politica

Debito Asam da 16 milioni, il Comune rischia un nuovo dissesto

Pubblicato

il

Altra tegola per Cimmino. È di qualche giorno il rigetto da parte dei commissari della proposta di inserire il debito ASAM da 16 milioni nell’organismo speciale di liquidazione. Detta così sembrerebbe una cosa tecnica da addetti ai lavori se non fosse che questo provvedimento di rigetto significa un grande alert per le casse comunali e per lo “spareggio” di bilancio. Si pensi che nel dicembre 2013 la allora amministrazione Cuomo dichiarò il dissesto per cifre intorno ai 15 milioni di euro ed adesso questa partita pregressa Asam si avvicinerebbe a quella somma li’. Vero è che la liquidazione ASAM con la relativa debitoria è storia del 2014 certamente non ascrivivile a Cimmino, tuttavia fa specie che l’assessore al ramo, profonda conoscitrice di tutte le partecipate avendo esercitato ruoli diversi con tutti i colori politici, non abbia dedicato tempo in questi ormai tre anni a questa vicenda. Era in itinere ed in via di completamento una transazione che coinvolgeva Comune Gori e Asam ma le tracce si sono perse nei cassetti di Palazzo Farnese.
Ormai fra un po’ si accende la candelina del terzo anno, il giro di boa del mandato sindacale abbondantemente superato, la scusa della colpa del passato non funziona più.
Buffalo Bill

Continua a leggere