Seguici sui Social

Cronaca

Castellammare. Furti nei negozi e rilancio del commercio: l’Ascom incontra il Sindaco

Pubblicato

il


Tavolo interforze sulla questione sicurezza in città e un assessore di riferimento al turismo. I commercianti incontrano l’Amministrazione Comunale

Castellammare di Stabia. Dando seguito alle precedenti intese, l’Ascom, rappresentata dal Presidente De Meo, il Vicepresidente Quaglia, il Segretario Dello Ioio, il Vicepresidente vicario Meglio, ha chiesto ed ottenuto un incontro con il Sindaco per fare il punto su una serie di importanti questioni di interesse per il commercio e la vivibilità. Lo fa sapere l’associazione commercianti con una nota stampa.
Visti gli ultimi accadimenti in città, che hanno coinvolto alcuni colleghi vittime di furti e danneggiamenti ai loro negozi, si è deciso di chiedere un tavolo di confronto che coinvolga tutte le Forze dell’Ordine presenti sul territorio, al fine di ottenere maggiori controlli, soprattutto nelle ore serali. Restando in tema sicurezza siamo stati rassicurati dal Primo cittadino circa il ripristino del sistema di videosorveglianza comunale.

La delegazione Ascom ha poi posto l’accento su un comparto strategico per la città, quello del turismo, che avrebbe bisogno di un assessore di riferimento per garantire un dialogo più continuativo e proficuo su tematiche che riguardano il futuro economico del territorio, obiettivo quest’ultimo, che si auspica di poter raggiungere anche per le attività produttive.

LEGGI  Coronavirus, in Campania mascherine anche per bambini e quando si fa attività fisica

Si è poi discusso ampiamente del cambio dei sensi di marcia. Una richiesta più volte avanzata dalla nostra Associazione per favorire il flusso dei veicoli in entrata dai comuni limitrofi e dalle periferie. A tal proposito il Sindaco ci ha detto che partirà a breve una sperimentazione che prevede il doppio senso di marcia su Via Marconi (senza però la possibilità di immissione su Viale delle Puglie) ed anche per Via Plinio.
Il Sindaco si è altresì impegnato ad effettuare rapidamente eventuali correttivi nel caso in cui tali modifiche non garantiscano i risultati attesi.
In merito al parcheggio della Ferrovia dello Stato si sta lavorando per l’apertura di un secondo varco; nel contempo si sta lavorando per attivare il parcheggio delle Antiche Terme con servizio navetta e per il parcheggio in alcune fasce orarie nell’area del Mercato ortofrutticolo. Anche la segnaletica dovrebbe essere completata nell’arco di sei mesi per poi pensare all’attuazione della ZTL.

All’incontro era presente l’Assessore alle politiche sociali, dottoressa Esposito, che ha illustrato il progetto ITIA. Un’iniziativa molto interessante che riguarda l’inclusione attiva attraverso percorsi di formazione e tirocini presso le aziende. A breve in Ascom dovrebbe arrivare del materiale informativo che verrà messo subito a disposizione dei soci interessati.


Cronaca

Covid, Terzigno primo comune dell’area vesuviana a proclamarsi zona rossa

Pubblicato

il

carabinieri-generico

Terzigno. Stretta sugli assembramenti a Terzigno, comune dell’area vesuviana, nella settimana tra il 22 e il 28 febbraio, si è registrata un’incidenza di nuovi positivi per 100mila abitanti pari a 589,2, a fronte del dato complessivo dell’intera Campania pari a 227,81. Il sindaco Francesco Ranieri ha firmato un’ordinanza per far fronte alle “numerose segnalazioni di persone, e in particolare minori, che sostano in prossimità di esercizi commerciali o in piazze e strade, prive dei dispositivi di protezione prescritti”. L’ordinanza dispone, da venerdì 5 a domenica 21 marzo, il “divieto di stazionare e fermarsi nelle piazze e strade cittadine dalle ore 5 alle ore 22, salvo che per motivate e comprovate esigenze lavorative o di studio o situazioni di necessità o per motivi di salute, ovvero per la necessità di usufruire di servizi non sospesi”. Analogamente, viene disposto il divieto di fumare e consumare bevande in piazze e strade dalle 5 alle 22 e il divieto di circolazione, per tutto l’arco della giornata, di automobili con a bordo più di due persone non conviventi. Coprifuoco per i minorenni dalle 18 alle 22 se non accompagnati da un maggiorenne convivente. Nell’ordinanza si invita inoltre tutti i cittadini “a non uscire di casa, fatto salvi i casi assolutamente indispensabili”, e i genitori “a vigilare affinché non consentano ai figli minorenni l’accesso in strade e luoghi pubblici senza essere accompagnati da un adulto e per comprovati motivi di lavoro, studio, salute, necessità”. Ranieri, in un post su Facebook con il quale annuncia l’ordinanza, spiega: “Ho cercato fino alla fine di evitare il pugno duro confidando sempre nella mia comunità che si è sempre contraddistinta in precedenza. Purtroppo i numeri non ci danno ragione.

Continua a leggere