Seguici sui Social

Cronaca

Covid: da lunedì 5 regioni arancioni, altre 12 a rischio alto

Pubblicato

il

PUBBLICITA


Sale l’indice di contagiosità dopo sei settimane

Dopo un periodo in cui si era assistito ad un rallentamento della curva dei casi torna infatti a peggiorare la situazione epidemiologica con l’indice di trasmissibilità Rt risalito sopra l’1 (a 1,03), per la prima volta dopo 6 settimane. Anche l’incidenza torna a crescere ed aumenta l’impatto della pandemia sui servizi assistenziali, con le terapie intensive che si collocano sopra la soglia critica del 30% di occupazione a livello nazionale. I dati del monitoraggio settimanale del ministero della Salute e Istituto superiore di sanità (Iss) indicano, questa settimana, un “peggioramento generale” degli indici della pandemia che porta ad un “aumento del rischio di una epidemia non controllata e non gestibile”.
Dopo il monitoraggio della Cabina di regia del ministero della Salute e dell’Istituto superiore di sanità sul periodo 28 dicembre-3 gennaio il ministro Roberto Speranza ha firmato un’ ordinanza per far passare da giallo ad arancione a partire da lunedì cinque Regioni: Calabria, Emilia-Romagna, Lombardia Sicilia e Veneto. “Dobbiamo tenere – ha fatto sapere Speranza – il massimo livello di attenzione perché il virus circola molto e l’indice del contagio è in crescita”, spiega Speranza.Il governo lavora al nuovo Dpcm, che entrerà in vigore il 16 gennaio e dovrebbe scadere a fine mese o anche più avanti, se si deciderà di prolungare lo stato di emergenza.

Nel report, gli esperti parlano di un “peggioramento generale” della situazione, con l’incidenza a 14 giorni che torna a crescere dopo alcune settimane e con l’aumento – dato che preoccupa non poco – dell’impatto della pandemia sui servizi assistenziali: “Questo si traduce in un aumento generale del rischio”, evidenziano. Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto superiore di sanità, conferma che “c’è un incremento della velocità di crescita dei casi” e che l’età media di chi si contagia e di chi purtroppo muore resta costante, a conferma del fatto che a perdere la vita sono ancora principalmente le persone più anziane e fragili. La fase è delicata e sembra il preludio, avvertono gli scienziati, a un “nuovo rapido aumento nel numero di casi nelle prossime settimane”, se tutto restasse così com’è. Tenendo in considerazione i 21 indicatori, il rischio è alto in 12 Regioni e province: Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Bolzano, Trento, Puglia, Umbria e Veneto. Altre otto (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Sardegna, Sicilia, Valle d’Aosta) sono a rischio moderato e solo la Toscana, pero ora, è a basso rischio.L’incidenza preoccupa in particolare nella Regione del Veneto, dove negli ultimi 14 giorni si sono contagiate 927,36 persone ogni 100mila abitanti, e in tutto il Paese è ben lontana dai livelli che consentirebbero il ripristino completo del tracciamento. La terapia intensiva è un altro nodo critico: 13 Regioni e Province hanno un tasso di occupazione sopra la soglia critica del 30% e il numero di ricoverati in intensiva continua a crescere. Aumentano anche i casi non riconducibili a catene di trasmissione note, per i quali cioè non si riescono a ricostruire i contatti che hanno provocato l’infezione, cosa che complica tantissimo la gestione.


Cronaca

Tanti auguri Pupetta: la regina delle graffe compie 88 anni

Pubblicato

il

PUBBLICITA

88 candeline per Pupetta, la regina della graffa di Castellammare

Castellammare di Stabia. Festa grande in casa Pupetta che oggi compie 88 anni. Un traguardo importante per la regina delle graffe di Castellammare, conosciute in tutto il comprensorio. Le ciambelle lievitate e fritte che ancora calde vengono ricoperte di zucchero e farcite sono diventate ormai un simbolo per la città di Castellammare. Al nome di Pupetta si associa la graffa prodotta nel laboratorio nel quartiere Scanzano alla periferia della città. Da lì tutte le notti partono interi vassoi che riempiono le vetrine dei bar per la colazione mattutina di buona parte degli stabiesi e non solo. Buon Compleanno Pupetta, un augurio speciale anche da parte nostra.

Continua a leggere

Trending