Seguici sui Social

Politica

Nuove telecamere, il Pd ringrazia e accusa: «Decisione tardiva»

Pubblicato

il


«Errori e ritardi dell’amministrazione di centrodestra». A proposito dei lavori di ampliamento dell’impianto di videosorveglianza, il Pd stabiese baccetta il sindaco Cimmino: «Prendiamo atto che l’amministrazione Cimmino prova ad alzare la guardia sui temi della legalità e della sicurezza dopo l’escalation di episodi di microcriminalità delle ultime settimane che hanno colpito soprattutto le attività commerciali. Anche stavolta, però, non possiamo esimerci dal sottolineare errori e ritardi dell’Amministrazione di centrodestra – si legge nella nota del partito guidato dal segretario dem Peppe Giordano – La manutenzione degli impianti di video sorveglianza non sarà finanziata dai contributi statali previsti dalla Legge 48/2017, a cui la giunta aveva chiesto di accedere in quanto nell’apposita graduatoria del Ministero degli Interni, a fronte di 288 città ammesse al finanziamento, Castellammare è posizionata solo al numero 1779 dell’elenco. C’è ben poco da aggiungere sull’efficacia dei progetti presentati, così come sulle conseguenze che interesseranno i contribuenti stabiesi. Senza considerare i dubbi che da tempo già emergevano sul corretto funzionamento degli impianti, a cui non ha fatto seguito alcuna risposta da parte dell’amministrazione, anche in occasione di gravi episodi come quelli accaduti durante la scorsa estate. Anzi, si scopre che le verifiche per il controllo del funzionamento dei singoli impianti sarebbero iniziate solo la scorsa settimana, contraddicendo ancora una volta le tante belle parole di circostanza. La città è ancora in attesa di sapere quando verrà calendarizzata la proposta, formulata sei mesi fa dai partiti e dai gruppi consiliari di opposizione, di un consiglio comunale monotematico sul tema della sicurezza e della legalità».

Un passaggio, poi, il Pd lo dedica anche alla questione politica del rimpasto di giunta: «Registriamo ancora una volta l’inadeguatezza e l’insipienza di un’Amministrazione Comunale tutta concentrata solo alla chiusura di quella che il Sindaco definiva “rimpasto lampo” e che invece da due mesi oramai si protrae in un tira e molla che vede la città lasciata a se stessa in balia degli eventi. Queste tematiche non possono essere lasciate ad estemporanee esternazioni, rimandando in continuazione a formule ormai inflazionate come “maggior coordinamento delle forze dell’ordine”, che non vengono però riempite dei dovuti contenuti. Assolutamente inopportuna, sotto diversi aspetti, è la permanenza all’assessorato competente di chi è perennemente in bilico, fra dimissioni date, ritirate e rimpasti sempre dietro l’angolo. La collaborazione costruttiva fra maggioranza e opposizione, pur nella distinzione dei ruoli, è sempre auspicabile. Bisogna, però, essere in due».


Politica

Cinque milioni per salvare la spiaggia di via De Gasperi: arrivano i fondi dal Viminale

Pubblicato

il

Quasi cinque milioni di euro per recuperare la piaggia di via De Gasperi. Il ministero dell’Interno ha assegnato il finanziamento milionario al Comune di Castellammare, con l’obiettivo di recuperare qualche metro di arenile e sottrarlo all’erosione.

In pratica si tratta di scogliere a «pennelli» che saranno posizionate lungo la costa a nord di Castellammare: in tutto 6 posti trasversalmente alla costa. Negli anni, infatti, gli edifici (molti dei quali capannoni dismessi) di via De Gasperi hanno dovuto fare i conti con il mare sempre più minaccioso. In qualche punto, addirittura, sono pochissimi i metri che dividono le proprietà private dalla battigia. Il tentativo, dunque, è quello di far arretrare il mare e avere una spiaggia più ampia. Arenile che, secondo le intenzioni dell’amministrazione, potrà essere dato in concessione in un futuro prossimo.

LEGGI  Covid, in aumento gli ingressi nel pronto soccorso

Interventi sono previsti, sempre attraverso posizionamento di scogliere, anche a Pozzano e precisamente in corrispondenza de «La Rotonda» e de «La Palombara», altri due punti che necessitano di attenzione.

Daniele Di Martino

Continua a leggere