Seguici sui Social

Cronaca

Proroga del divieto di spostamenti fino al 25 febbraio: altre altre 4 Regioni passano da gialle ad arancioni

Pubblicato

il


Ultimo provvedimento del Governo Conte

Divieto di spostamento tra le regioni fino al 25 febbraio e altre 3 regioni e una provincia autonoma che, da domenica, da gialle passano ad arancione. Gli ultimi atti formali del governo Conte bis sono il decreto legge che proroga il blocco della mobilità e le ordinanze del ministro della Salute Roberto Speranza che determinano il cambio di colore in quei territori dove il contagio è più diffuso: sarà d’ora in avanti Mario Draghi a decidere quale sia la linea da adottare per contrastare la nuova avanzata del Covid. Il Consiglio dei ministri che ha approvato il decreto di proroga è durato poco meno di mezzora. Un testo di 3 soli articoli in cui si stabilisce che “dal 16 al 25 febbraio sull’intero territorio nazionale è vietato ogni spostamento in entrate e in uscita tra i territori di diverse regioni o province autonome” fatti salvi gli spostamenti per “comprovate esigenze” di lavoro, situazioni di necessità o motivi di salute. Sarà inoltre sempre possibile raggiungere la propria abitazione, residenza o domicilio, comprese le seconde case, se di proprietà o con un contratto d’affitto lungo precedente al 14 gennaio. Il governo uscente ha scelto quindi la linea del decreto ponte, evitando di far scadere un divieto ritenuto dai tecnici fondamentale per evitare il diffondersi dei contagi e la circolazione delle varianti, e allo stesso tempo prorogando lo stop agli spostamenti per una decina di giorni, lasciando al nuovo esecutivo la scelta se proseguire poi fino al 5 marzo, quando scadrà il Dpcm, o se procedere diversamente. E’ stato invece Speranza a firmare le nuove ordinanze che collocano Abruzzo, Liguria, Toscana e la provincia di Trento – tutte con un Rt superiore ad 1 anche nel limite inferiore e dunque compatibile con uno ‘scenario 2’ – in zona arancione.


Cronaca

Covid, a Castellammare altri 57 nuovi casi

Pubblicato

il

Castellammare di Stabia. Altri 57 nuovi casi di contagio a Castellammare di Stabia nella giornata odierna su 207 tamponi effettuati che fanno salire il rapporto tamponi/Positivi al 27,5%. Lo rende noto il Sindaco Gaetano Cimmino con una nota. Tra i nuovi contagiati ci sono cinque piccoli tra gli 3 ed i 9 anni, otto ragazzi tra i 10 ed i 17 anni e due persone di 87 e 81 anni. Sono stati lavorati complessivamente 207 tamponi. 9, invece, i guariti.

LEGGI  Vaccini, sfiorata quota 550mila somministrazioni: Campania al 75%
Continua a leggere