Seguici sui Social

Politica

Riapre Villa Arianna: pronte le misure anti-covid per l’apertura di lunedì

Pubblicato

il

Castellammare. Sabato riaprirà Villa Arianna - OnlineMagazine.it

Porte aperte a Villa Arianna: il sito archeologico riapre i battenti. Ad annunciarlo è il sindaco Gaetano Cimmino: «Torniamo a visitare Villa Arianna! Lunedì 15 febbraio il gioiello dell’area archeologica di Stabia riaprirà al pubblico dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 17.00 (ultimo ingresso alle ore 15.30)! Il Parco Archeologico di Pompei ci ha confermato che sarà garantito il rispetto delle prescrizioni anti-contagio, con particolare attenzione alla misurazione della temperatura, all’uso dei dispositivi di protezione ed al rispetto del distanziamento fra i visitatori».

LEGGI  Eventi natalizi, flop per il concerto di Mario Venuti: sala vuota al Severi

Politica

GRAGNANO | Svolta storica per la valle dei Mulini, fondi per 2 milioni di euro

Pubblicato

il

Svolta epocale per la 𝐕𝐚𝐥𝐥𝐞 𝐝𝐞𝐢 𝐌𝐮𝐥𝐢𝐧𝐢: il sito riceve fondi ministeriali per quasi 2 milioni di euro per la 𝐫𝐢𝐪𝐮𝐚𝐥𝐢𝐟𝐢𝐜𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞. Ad annunciarlo è il vicesindaco di Gragnano, Nello D’Auria.
“Il sogno si realizza dopo anni di lavoro, 𝐮𝐧 𝐬𝐢𝐦𝐛𝐨𝐥𝐨 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐜𝐢𝐭𝐭𝐚̀ 𝐭𝐨𝐫𝐧𝐚 𝐚 𝐬𝐩𝐥𝐞𝐧𝐝𝐞𝐫𝐞 – dichiara – Oggi arriva una notizia storica per la città di Gragnano. Da tempo aspettavamo questa “rivoluzione” per il nostro territorio e finalmente ci siamo!
Gragnano è tra le città a cui 𝐯𝐞𝐫𝐫𝐚𝐧𝐧𝐨 𝐝𝐞𝐬𝐭𝐢𝐧𝐚𝐭𝐢 𝐟𝐨𝐧𝐝𝐢 𝐦𝐢𝐧𝐢𝐬𝐭𝐞𝐫𝐢𝐚𝐥𝐢 𝐩𝐞𝐫 𝐥𝐚 𝐫𝐢𝐪𝐮𝐚𝐥𝐢𝐟𝐢𝐜𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐕𝐚𝐥𝐥𝐞 𝐝𝐞𝐢 𝐌𝐮𝐥𝐢𝐧𝐢”.
Con un decreto del ministero dell’Interno, in concerto con il ministero dell’Economia e Finanze, sono stati determinati i comuni a cui spetta 𝐮𝐧 𝐜𝐨𝐧𝐭𝐫𝐢𝐛𝐮𝐭𝐨 𝐩𝐞𝐫 𝐢𝐧𝐯𝐞𝐬𝐭𝐢𝐦𝐞𝐧𝐭𝐢 𝐬𝐮 𝐨𝐩𝐞𝐫𝐞 𝐩𝐮𝐛𝐛𝐥𝐢𝐜𝐡𝐞 di messa sicurezza degli edifici e del territorio.
“Ci siamo battuti da sempre affinché questo avvenisse e, vedere destinare a Gragnano risorse economiche, ci inorgoglisce e rafforza la voglia di continuare a lavorare per il nostro territorio” ha proseguito il vicesindaco.
Il progetto di risanamento ambientale del fiume Vernotico consiste nella eliminazione dal letto del fiume di parti di calcestruzzo poste in corrispondenza di salti dello stesso, e l’apposizione di briglie formate da palificate e vegetazione autoctona. Inoltre è parte del progetto la riqualificazione delle sponde del torrente con briglie in pietra locale e palificate vive autoctone per riportare il fiume allo stato di origine. Il progetto mira a favorire un migliore funzionamento ambientale del fiume Vernotico, migliorando la qualità dell’area attraverso la riqualificazione degli elementi marginali e favorendo il riequilibrio territoriale e ambientale. La realizzazione dell’opera, senza tralasciare l’aspetto legato alla riqualificazione ambientale, comporterà dei miglioramenti sulla fruibilità dell’area, garantendone un godimento più prolungato e un uso più frequente da parte degli utenti.
La riqualificazione interesserà la magica valle, che ha reso la città famosa in tutto il mondo.

Continua a leggere