Seguici sui Social

Politica

La “vera” Democrazia Cristiana sta con il sindaco: “Auguri alla nuova giunta, smascherati i falsi rappresentanti della Dc”

Pubblicato

il



Il giorno dopo l’uscita dalla maggioranza dei consiglieri della Fondazione Dc, è la “vera” Democrazia Cristiana a intervenire e a posizionarsi in favore dell’attuale amministrazione. La vera Dc quindi sta con il sindaco e con la maggioranza, a quanto si legge nel comunicato diramato dal coordinatore Salvatore Coda. Ma è anche un atto d’accusa verso chi avrebbe utilizzato il simbolo dello scudo crociato impropriamente in consiglio comunale e ai tavoli interpartitici.

Di seguito la lettera firmata dal coordinatore Dc, Salvatore Coda:

Mi rivolgo ai media e all’Ill.mo Signor Sindaco nel ribadire per l’ennesima volta che il Partito della Dc a Castellammare di Stabia è rappresentato dal sottoscritto. Leggo in un articolo di stampa: “..gli eredi della Balena Bianca…”. Chi? Eredi di cosa? Segretari di quale partito? Qualcuno parla di “…ignominiosi attacchi politici…”, dimenticando di aver sottratto ignobilmente ai veri rappresentanti della lista “Unione di Centro” i loro veri coordinatori o segretari (documenti apparsi sui media comprovano chi rappresentava la lista nelle ultime amministrative).
Ed ora? Dopo tre anni di occupazione di sedie “…non ci sentiamo a nostro agio…”. Qui si scrive senza memoria, senza storia, senza programmi, senza progetti ma soprattutto senza dignità è stata imposta all’amministrazione fino a poco tempo fa l’appartenenza alla DC che mai ha riconosciuto in questi signori la sua paternità.
Dopo tre anni di accondiscendenza amministrativa, dopo essere stati estromessi dall’insistenza di occupare uno scanno a Palazzo Farnese leggo che “non si sentono più a loro agio”.
Qui si evince che queste persone rappresentano sé stessi e non un Partito, pensando di ricoprire una pluralità di cariche di certo politicamente incompatibili.
La Dc è per la governabilitá di questa Città, è per chi oggi vede in noi una garanzia, una bandiera, una politica diversa, per una Castellammare che vuole giustizia e che di certi “pseudo politici di turno” ha la nausea. Una Città disponibile al cambiamento costruttivo, purché vi sia chi con coraggio ed onestá la guidi.
Auguriamo alla nuova giunta e al sindaco di continuare ad amministrare il Bene Comune per l’intera comunità stabiese. Noi saremo uniti un popolo per il popolo, in questi momenti bui e drammatici, per l’intero Paese. Ribadiamo insieme all’amministrazione che questa Città è degli stabiesi operosi, onesti ed uniti.


Politica

Castellammare, LeU e PD chiedono l’istituzione del parco urbano delle acque

Pubblicato

il

I due partiti di opposizione presentano un ordine del giorno

Castellammare di Stabia. «Realizzare il parco urbano delle acque». E’ quanto chiedono Liberi e Uguali e Partito Democratico attraverso un ordine del giorno presentato dai consiglieri Scala e Iovino. «Abbiamo presentato un Ordine del Giorno che impegna il Consiglio Comunale a richiedere al Consiglio Regionale la possibilità di riaprire i termini affinchè la nostra città possa presentare la necessaria documentazione per la realizzazione del Parco Urbano delle Acque. Ad 11 anni dall’emanazione della Legge Regionale è stato perso fin troppo tempo, Castellammare ha tutte le caratteristiche per vedere realizzato uno strumento che insieme alla tutela veda la promozione della nostre risorse. La città di Castellammare di Stabia ha tutte le caratteristiche previste dal regolamento. Un’assoluta straordinarietà e particolarità che non ha eguali nel panorama nazionale e internazionale: in un tratto ben limitato geograficamente e urbanisticamente sgorgano 28 sorgenti con caratteristiche chimiche ed organolettiche ben differenziate. Questo in una fascia di territorio collocata tra Piazza Fontana Grande e La sorgente del Muraglione, comprendendo Via B.Brin e le strade limitrofe, Via Visanola, le antiche Terme, le sorgenti Madonna e Acetosella e la stessa Via Acton».

LEGGI ANCHE:
Castellammare, volontari della parrocchia ripuliscono Piazza Fontana Grande

Continua a leggere