Seguici sui Social

Cronaca

De Luca: “Il Governo chiarisca subito su AstraZeneca. Accelerare decisioni sullo Sputnik”

Pubblicato

il

De Luca

«Il Governo chiarisca urgentemente su AstraZeneca per non rallentare somministrazioni»

«E’ urgente che il Governo chiarisca ad horas la utilizzabilità del vaccino Astra Zeneca. Il disastro comunicativo e le decisioni di altri Paesi stanno determinando una situazione di crollo nelle somministrazioni di tale vaccino». A dirlo, commentando le ipotesi della sospensione delle somministrazioni su alcune categorie di persone, è il Governatore della Regione Vincenzo De Luca che invita «il Governo a decidere subito sulla utilizzabilità di AstraZeneca per evitare blocchi drammatici nelle somministrazioni. Questa situazione rende ancora più urgente un pronunciamento dell’autorità di controllo Aifa sul vaccino #Sputnik. È interesse dell’Italia non perdere un minuto di tempo. Ogni giorno perduto nella valutazione di questo vaccino è un atto di irresponsabilità verso il Paese».

IL BILANCIO DELLE VACCINAZIONI

Sono 948.403 le dosi di vaccino anti Covid-19 somministrate in Campania. Il dato è aggiornato alle ore 12 di oggi, martedì 6 aprile. Complessivamente sono stati vaccinati con la prima dose 684.352 cittadini campani; di questi, 264.051 hanno ricevuto la seconda dose. Gli over 80 sottoposti a vaccinazione sono 285.921 (il 73,89% rispetto al numero di adesioni alla piattaforma regionale), di cui 178.519 hanno ricevuto la prima dose e 107.402 anche la seconda dose (il 60,16% di chi ha ricevuto la prima dose). Sono 179.782 gli operatori sanitari e socio-sanitari vaccinati, 93.821 con la prima dose (95,35% delle adesioni) e 85.961 con la seconda dose (91,62% dei vaccinati); nella categoria personale scuola e università sono stati vaccinati 141.569 cittadini, 138.775 con la prima dose (83,05% delle adesioni) e 2.794 con la seconda dose (2,01% dei vaccinati); sono 77.179 i pazienti fragili che hanno ricevuto il vaccino, 77.016 solo la prima dose e 163 anche la seconda (rispettivamente il 46,83% delle adesioni e lo 0,21% dei vaccinati). Per le restanti categorie: personale non sanitario 34.591 vaccinazioni (18.504 prime dosi e 16.087 seconde dosi), l’86,89% delle adesioni; forze dell’ordine 27.413 vaccinazioni (26.805 prime dosi e 608 seconde dosi) pari al 79,71% delle adesioni; ospiti Residenze sanitarie Assistite 14.294 vaccinazioni, 7.660 prime dosi e 6.634 seconde dosi, pari all’89,40% delle adesioni. Sono infine 187.654 i cittadini vaccinati che rientrano nelle categorie 70-79 anni, conviventi-caregiver e personale esterno delle strutture sanitarie (143.252 prime dosi e 44.402 seconde dosi, pari al 38,39% delle adesioni).


Cronaca

Maltempo, chiuse scuole, parchi e cimitero a Castellammare

Ordinanza del commissario

Pubblicato

il

De Luca

Scuole chiuse per allerta meteo a Castellammare. La commissione straordinaria che regge la guida di Palazzo Farnese ha diramato un comunicato per annunciare lo stop alle lezioni delle scuole non sede di seggio elettorale: “Si comunica che, con ordinanza assunta in data odierna con i poteri del sindaco, la Commissione Straordinaria ha disposto la chiusura, per domani 26 settembre 2022, di tutte le scuole di ogni ordine e grado, statali e non, presenti sul territorio di Castellammare di Stabia, nonché dei parchi pubblici urbani e del cimitero comunale”.

Continua a leggere

Trending

StabiaNews.it di Emilio D’Averio - Supplemento Digitale OnlineMagazine.it
Testata Giornalistica Online registrata al Tribunale di Torre Annunziata (NA) con Reg. N. 01/2017
Editore e Direttore Responsabile: Emilio D'Averio - P. IVA 09784451214
PEC: daverioemilio@pec.it
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica

Cambia impostazioni per la privacy