Seguici sui Social

Cronaca

I comitati “No-dad” scrivono al ministro: “Vigilare sulla regolare riapertura delle scuole”

Pubblicato

il

Scuole

Vigilare sulla regolare riapertura delle scuole prevista per domani anche nelle zone rosse. E’ la richiesta dell’associazione Scuole Aperte Campania e del Coordinamento “La scuola che vogliamo – Scuole diffuse in Puglia” rivolta in una lettera congiunta al ministro della Pubblica Istruzione, Patrizio Bianchi, al presidente Anci, Antonio Decaro, e ai prefetti di tutti i capoluoghi di provincia delle due Regioni. Le associazioni denunciano che “alcuni sindaci, proprio in queste ore, iniziano a emanare ordinanze di chiusura delle scuole a macchia di leopardo nei due territori nonostante il Governo abbia sancito nel dl che a partire dal 7 aprile, la ripresa dell’attività scolastica in presenza deve essere eguale e uniforme su tutto il territorio nazionale fino alle classi del primo anno della scuola secondaria di primo grado anche in zona rossa, restringendo il potere di deroga di Regioni e sindaci a ben definite ed estreme condizioni. Tutto ciò – proseguono – proprio al fine di evitare quanto già verificatosi nei mesi scorsi, vale a dire che alcuni studenti italiani, su tutti campani e pugliesi, venissero discriminati e penalizzati da ripetute ordinanze di chiusura delle scuole emanate dai presidenti regionali e dai sindaci di alcuni comuni, ordinanze spesso rivelatesi illegittime, come peraltro più volte stabilito proprio dai Tribunali amministrativi di Puglia e Campania”.

LEGGI ANCHE: 
Domani apertura delle scuole per 5,6 milioni di alunni

Le associazioni di genitori No Dad sottolineano che “attualmente la deroga è infatti consentita solo in casi di eccezionale e straordinaria necessità dovuta alla presenza di focolai o al rischio estremamente elevato di diffusione del virus SARS-CoV-2 o di sue varianti nella popolazione scolastica. Cosa che – scrivono – risulta essere alquanto improbabile dopo oltre 4 settimane di chiusura delle scuole per la Campania e 3 per la Puglia, a seguito della loro collocazione in zona rossa”. I No Dad pertanto “nel segnalare alle autorità competenti l’ennesima anomalia che si sta verificando in queste regioni, già duramente penalizzate nei mesi scorsi”, chiedono “di vigilare affinché il principio dell’uniformità delle norme nazionali, invocato dal Governo stesso, venga finalmente applicato senza alcuna distinzione”.


Cronaca

Maltempo, chiuse scuole, parchi e cimitero a Castellammare

Ordinanza del commissario

Pubblicato

il

Scuole

Scuole chiuse per allerta meteo a Castellammare. La commissione straordinaria che regge la guida di Palazzo Farnese ha diramato un comunicato per annunciare lo stop alle lezioni delle scuole non sede di seggio elettorale: “Si comunica che, con ordinanza assunta in data odierna con i poteri del sindaco, la Commissione Straordinaria ha disposto la chiusura, per domani 26 settembre 2022, di tutte le scuole di ogni ordine e grado, statali e non, presenti sul territorio di Castellammare di Stabia, nonché dei parchi pubblici urbani e del cimitero comunale”.

Continua a leggere

Trending

StabiaNews.it di Emilio D’Averio - Supplemento Digitale OnlineMagazine.it
Testata Giornalistica Online registrata al Tribunale di Torre Annunziata (NA) con Reg. N. 01/2017
Editore e Direttore Responsabile: Emilio D'Averio - P. IVA 09784451214
PEC: daverioemilio@pec.it
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica

Cambia impostazioni per la privacy