Seguici sui Social

Politica

Tensione in maggioranza, si spacca il fronte di Forza Italia: nel mirino il «cerchio magico» di Cimmino

Pubblicato

il

tensione in maggioranza


Sale la tensione politica a Castellammare di Stabia. Dopo 3 anni di amministrazione Cimmino le spaccature all’interno della maggioranza cominciano ad essere pesanti, e pressanti. Il nodo principale da sciogliere, in questi giorni, è in Forza Italia. Negli ambienti della politica stabiese non sta passando inosservata l’assenza di qualche consigliere forzista alle riunioni di maggioranza.
Cimmino perde pezzi, insomma. La vita amministrativa cittadina ha subito una dura frenata, sotto certi aspetti, dallo scorso maggio. A dettare il passo oggi è la triade di commissari inviata dal Prefetto per far luce sulle infiltrazioni camorristiche o comunque sulle ingerenze esterne a palazzo Farnese. Non si arrestano però i “giochetti” della politica ad opera del “cerchio magico del sindaco”. E sarebbe proprio proprio questo comportamento, messo in atto da qualche consigliere comunale di maggioranza e sotto la guida diretta del primo cittadino stabiese, a minare la stabilità della stessa maggioranza cimminiana.
Secondo alcuni bene informati, in qualche riunione sarebbero volate anche parole grosse tra i consiglieri di maggioranza. Pressione psicologica per i consiglieri comunali che, all’indomani dell’insediamento della commissione, hanno cominciato una vera e propria “caccia alle streghe” all’interno del gruppo di governo cittadino.
Qualcuno si è addirittura defilato e partecipa solo alle sedute di consiglio, proprio perchè pare che il sindaco si sia “chiuso a riccio” con i suoi fedelissimi e “pretenda” che i restanti consiglieri di maggioranza diano il loro contributo soltanto “per alzata di mano”.
La politica stabiese, insomma, è ferma al palo. Al netto dei proclami che in questi giorni l’amministrazione sta facendo, la vera guida della città è paralizzata. Paralizzata dalla paura, dalla tensione, e forse anche dal timore di cadere in errore (nella vita amministrativa di un ente pubblico è più che facile sbagliare, ndr).
Intanto gli occhi dei commissari sono puntati a tutti gli atti prodotti dall’amministrazione Cimmino, focalizzandosi su alcuni passaggi amministrativi: assunzioni, affidamenti diretti e non, lavori pubblici, ed anche semplici rilasci di permessi a costruire. Il tempo passa. Il tempo della commissione sta per scadere. Il timore dello scioglimento è sempre più forte.

Federica Baldassarre 


Politica

La Lega incontra il commissario e si candida a guidare il centrodestra del dopo-Cimmino

Il partito di Salvini anticipa tutti e si infila a Palazzo Farnese: “Pronto un piano sicurezza per la città”

Pubblicato

il


E’ il primo partito a incontrare la commissione prefettizia. La Lega mette la prima bandierina e si candida a guidare il centrodestra del dopo-Cimmino. Questa mattina il partito di Salvini è stato ricevuto dal vice commissario Passerotti, a Palazzo Farnese. Una rappresentanza formata dal segretario cittadino Casimiro Donnarumma, la segretaria provinciale Tina Donnarumma, l’ex funzionario comunale Franco Ilardi e l’ex consigliere comunale Antonio Alfano.

“Abbiamo evidenziato alcune problematiche quali sicurezza del territorio, viabilità, piano traffico, implementazione parcheggi, turismo e decoro urbano – annuncia Casimiro Donnarumma – Abbiamo ricevuto un fattivo riscontro, a margine del confronto la Commissione ha dichiarato che sarebbe in dirittura di arrivo la presentazione, l’approvazione e l’applicazione di un piano di sicurezza della città con nuove ed innovative tecniche di video sorveglianza”.

Daniele Di Martino

Continua a leggere

Trending

Cambia le impostazioni per la privacy settings

StabiaNews.it di Emilio D’Averio - Supplemento Digitale OnlineMagazine.it
Testata Giornalistica Online registrata al Tribunale di Torre Annunziata (NA) con Reg. N. 01/2017
Editore e Direttore Responsabile: Emilio D'Averio - P. IVA 09784451214
PEC: daverioemilio@pec.it
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica