Seguici sui Social

Ultime Notizie

Il sacerdote anticamorra a Castellammare, tour tra i murales del Centro Antico con il Sindaco Cimmino

Don Luigi Merola incontra il Sindaco Gaetano Cimmino

Pubblicato

il

Castellammare


Castellammare di Stabia. Visita del sacerdote anticamorra Luigi Merola a Castellammare di Stabia. Don Luigi, noto per il suo impegno civico e in particolar modo per la sua opposizione alla camorra, ha incontrato il Sindaco Gaetano Cimmino ed insieme hanno visitato il Centro Antico.

Il Sindaco: «pronti progetti per la tutela dei minori a rischio ed il riutilizzo dei beni confiscati alla criminalità organizzata».

«Con don Merola c’è stata una meravigliosa chiacchierata sulle azioni messe in campo contro la camorra, l’abusivismo ed ogni forma di illegalità e per la gestione dei beni confiscati alla criminalità. Don Luigi, proprio in merito al riutilizzo dei beni, mi ha parlato dei suoi bellissimi progetti per la tutela dei minori, confermando la volontà di voler investire sul nostro territorio per delle progettualità – ha scritto sui social il primo cittadino stabiese – Gli ho anche illustrato la campagna contro la camorra, il racket e l’usura che per la prima volta un’amministrazione comunale è pronta a far partire nelle prossime settimane, strappandogli la promessa di tornare presto anche per una lezione di legalità all’interno di una scuola cittadina. Ho accompagnato infine don Luigi ad ammirare alcuni dei murales del progetto Stabiae Street, ed è rimasto incantato dalla bellezza delle opere degli artisti internazionali che hanno trasformato il centro antico in un museo a cielo aperto».


Politica

Fratelli d’Italia chiede un incontro al commissario: “Ripristinare i sensi di marcia di via Napoli e via Amato”

Il partito di Giorgia Meloni si accoda alla Lega stabiese e va in pressing sulla commissione

Pubblicato

il


Fratelli d’Italia si accoda alla Lega e chiede un incontro al commissario sul piano traffico. Un vertice che il partito di Giorgia Meloni vuole per proporre il ripristino di alcuni sensi di marcia, a pochi giorni dall’incontro dei “salviniani” a Palazzo Farnese per discutere di sicurezza. “Il Piano Urbano della Mobilità (PUM), ad oggi, ha avuto solo una parziale applicazione – fanno sapere i rappresentanti locali di Fratelli d’Italia – Molteplici sono state le migliorie messe in campo, tra le quali ricordiamo l’aumento delle corse dei bus e la creazione di nuovi posti auto; altresì, in coerenza con le critiche che abbiamo sempre sollevato in merito, dobbiamo registrare il disagio scaturito dal conseguente aumento del traffico veicolare provocato presumibilmente dall’inversione di alcuni sensi di marcia, via Napoli e Via Amato su tutti, senza tralasciare altre criticità al momento riscontrate sulla direttiva Viale Europa – Viale Puglia. Abbiamo sempre creduto fermamente che in Città fosse necessaria una rivoluzione della mobilità e della viabilità ma purtroppo il PUM non è mai entrato completamente in vigore creando invece situazioni di disagio. Abbiamo chiesto un incontro con il Prefetto Dott. Cannizzaro per approfondire la problematica”.

Continua a leggere

Trending

Cambia le impostazioni per la privacy settings

StabiaNews.it di Emilio D’Averio - Supplemento Digitale OnlineMagazine.it
Testata Giornalistica Online registrata al Tribunale di Torre Annunziata (NA) con Reg. N. 01/2017
Editore e Direttore Responsabile: Emilio D'Averio - P. IVA 09784451214
PEC: daverioemilio@pec.it
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica