Seguici sui Social

Politica

Rischio scioglimento, rush finale della commissione: acquisiti i dossier dell’opposizione

Oggi l’audizione dei consiglieri di minoranza

Pubblicato

il

rischio scioglimento

Quasi un’ora di colloquio. Il tempo di depositare tutti gli atti prodotti nei primi tre anni di amministrazione. I consiglieri di opposizione, questa mattina, hanno consegnato tutti i dossier sul tavolo degli ispettori della commissione d’accesso, insediata al comune dallo scorso maggio per verificare eventuali infiltrazioni della camorra a Palazzo Farnese.
Logicamente bocche cucite, non traspare nulla dai commissari, ormai verso la fine delle verifiche al Comune di Castellammare. A fine novembre è fissata la deadline, dopo di che la commissione consegnerà la relazione nelle mani del Prefetto e toccherà al ministro dell’interno decidere sullo scioglimento oppure optare per eventuali prescrizioni.
Gli ultimi atti su cui lavorare saranno proprio quelli depositati nel corso dell’audizione di questa mattina dai consiglieri di opposizione. Ci sono denunce, interrogazioni e interventi in consiglio comunale. Sulla scrivania dei commissari sono finiti anche alcuni articoli di stampa. Il quadro è ormai completo, bisogna solo tirare le somme e attendere il verdetto finale.
Daniele Di Martino


Pubblicità

Leggi anche

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402 Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica. WhatsApp: 334 742 3557 | email: stabianews.it@gmail.com