Seguici sui Social

Politica

Cimmino furioso: «Vado avanti, mai nessuno ha fatto più di me». Il Pd: «E’ il canto del cigno»

La replica del segretario del Pd: «Oggi va in scena il canto del cigno»

Pubblicato

il

cimmino furioso: «vado avanti

Spavaldo, sicuro di saltare il «fosso» della commissione d’accesso e consapevole di essere stato il migliore sindaco di Castellammare. E’ tutto concentrato in un furioso intervento contro la richiesta del Pd di fermare le bocce e attendere l’esito delle verifiche antimafia. Gaetano Cimmino replica a muso duro all’appello del Partito Democratico: «Non può che definirsi anacronistico e paradossale l’accorato invito del Pd a fermare “le attività decisorie principali per limitarsi a portare avanti le azioni quotidiane che servono a mandare avanti l’ordinario”. Un inno all’inerzia alla quale era abituato chi, in precedenza, ha avuto il privilegio di amministrare la città».
Poi l’accusa al Pd di aver soltanto demolito la sua azione amministrativa: «Riesce veramente difficile individuare quale produttivo apporto hanno saputo offrire, in questa consiliatura, alla risoluzione delle criticità di questa città se non una continua ed aggressiva azione denigratoria e demolitoria dietro la quale, ipocritamente, si sono posti ad immagine di paladini della legalità e tutori dell’interesse pubblico».
Cimmino è quindi convinto di non andare incontro allo scioglimento per camorra: «Rispettosi del delicato e responsabile compito dei Commissari e, contestualmente, consapevoli della correttezza della nostra azione amministrativa, attendiamo con la massima serenità le risultanze prefettizie – fa sapere il primo cittadino di Forza Italia – In virtù di ciò e nel rispetto del mandato ricevuto dai cittadini, continuiamo, con l’impegno di sempre, a portare avanti l’azione amministrativa in ogni settore, rifuggendo e respingendo al mittente l’invito alla inoperosità».
Infine un lungo elenco di progetti messi in campo, anche se per la maggior parte non ancora concretizzati: «Fa piacere che il Pd almeno si sia accorto oggi di quanto stiamo lavorando ininterrottamente da tre anni e mezzo, con lo stesso impegno e con la stessa concretezza, nonostante la pandemia ci abbia costretti per un anno a deviare l’attenzione verso altre esigenze più imminenti per la tutela della salute dei cittadini – fa sapere Gaetano Cimmino – Altro che mettere il turbo: evidentemente voi, campioni di immobilismo e spartizioni, non siete abituati alla nostra velocità. Se ci fossimo fermati, come volevate voi, non avremmo neanche intercettato 15 milioni di euro di fondi del Pnrr per la rigenerazione del tessuto urbano e sociale del “Savorito”. Siamo tra i pochi Comuni della Campania premiati dal Governo Draghi.
Se di “disastri” possono essere tacciati il raggiungimento dei tanti obiettivi conseguiti da questa amministrazione che spaziano dal campo delle Politiche sociali al Settore Economico-finanziario, dal Settore dei Lavori pubblici a quello dell’Urbanistica, dalla scuola e della Pubblica istruzione alla Cultura ed alle azioni promosse per la lotta alla criminalità ed all’abusivismo, allora devo amaramente constatare che chi, per anni, si è abbeverato alla fonte della inefficienza, della inerzia e della incapacità, è scivolato nel più profondo disorientamento giungendo a definire sarcasticamente “disastri”, al solo fine di sminuire e disconoscere l’operato di questa amministrazione».
Immediata e sarcastica la replica del segretario Pd, Peppe Giordano: «Sui social va in scena il canto del cigno, una rivisitazione a cura di Gaetano Cimmino».

Daniele Di Martino


Clicca per commentare

Rispondi

Politica

I commissari accelerano sui condoni edilizi, 4.000 pratiche inevase

Via libera al progetto di produttività per dare risposte ai cittadini

Pubblicato

il

cimmino furioso: «vado avanti

I commissari accelerano sui condoni edilizi. Con una delibera di giunta, i tre reggenti di Palazzo Farnese hanno messo in piedi un progetto di produttività rivolto ai dipendenti dell’ente per evadere l’enorme mole di pratiche edilizie. Sono addirittura oltre 4mila le istanze in giacenza. La maggior parte di queste, circa 2.700 pratiche, non sono nemmeno state istruite. Mentre per la restante parte servono integrazioni e ulteriori verifiche. Un lavoro che la commissione chiede di svolgere non solo ai dipendenti dell’ufficio tecnico, che in ogni caso non sono sufficienti, ma anche ad impiegati di altri settori.

Tale progetto – come si legge nella delibera commissariale – prevede come obiettivo prioritario quello di concludere le istanze su cui pendono procedimenti oggetto di ordini di demolizione RESA disposti dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Napoli – Ufficio Esecuzione Penale, nonché quelli oggetto di ordini di demolizione disposti dalla Procura della Repubblica di Torre Annunziata, al fine di dare risposte certe, nonché dare impulso all’attività tecnico amministrativa relativa alla definizione delle istanze di Condono edilizio giacenti presso l’Ufficio tecnico comunale.

Daniele Di Martino

Continua a leggere

Trending

StabiaNews.it di Emilio D’Averio - Supplemento Digitale OnlineMagazine.it
Testata Giornalistica Online registrata al Tribunale di Torre Annunziata (NA) con Reg. N. 01/2017
Editore e Direttore Responsabile: Emilio D'Averio - P. IVA 09784451214
PEC: daverioemilio@pec.it
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica

Cambia impostazioni per la privacy