Seguici sui Social

Cronaca

Castellammare, Immacolata senza falò all’Acqua della Madonna: c’è il rischio di contagiarsi

Senso di responsabilità dai ragazzi dell’Acqua della Madonna che quest’anno non organizzeranno la festa a causa del Covid. L’amministrazione a lavoro per il concerto di Venditti con il Sindaco che rassicura: si farà

Pubblicato

il

Castellammare di Stabia. Quest’anno niente falò dell’Immacolata nel quartiere Acqua della Madonna, rione dove la festa è molto sentita tanto che i preparativi si sono sempre anticipati di settimane. A Piazza Fontana Grande, cuore del quartiere, alla vigilia dell’Immacolata c’era una vera e propria festa che coinvolgeva non solo il rione ma anche la città. Un momento che non si esauriva solo con l’accensione del “fuocaracchio” ma era accompagnato da musica, bancarelle, street food e fuochi d’artificio. Quest’anno, tuttavia, non ci sarà alcuna festa causa Covid19. La decisione è stata assunta dagli stessi organizzatori per rispetto delle diverse vittime del virus ma anche per la paura di possibili focolai a seguito dell’evento.

LEGGI ANCHE: 
Covid, De Luca: «Evitare feste in piazza a Capodanno, Campania riesce a reggere. Soluzione il vaccino»

L’emergenza in zona è molto sentita, negli ultimi due anni tante persone sono state colpite dal virus e per molte sono state necessarie anche le cure ospedaliere.  Per diversi, invece, non c’è stato nulla da fare. Da qui la decisione, «non facile e a lungo meditata» fanno sapere i ragazzi, di fermarsi nei preparativi. Si è arrivati a questa decisione anche grazie al contributo del parroco del quartiere don Salvatore Abagnale che ha parlato con i ragazzi aiutandoli a «comprendere che quest’anno sarebbe stato inopportuno festeggiare – ha detto don Salvatore- nonostante da noi come in tanti altri quartieri l’Immacolata si aspetti per un anno intero. I giovani stabiesi sono cresciuti con questa tradizione e solo la possibilità di portare ulteriore sofferenza li ha fermati. Vogliamo essere luce, quest’anno invece saremmo stati un’ulteriore sfida alla morte e alla sofferenza». Non è di questo parere invece l’amministrazione comunale guidata dal Sindaco Gaetano Cimmino che sta lavorando ad un mega evento sull’arenile e che vedrà al centro della serata un concerto di Antonello Venditti. Un evento, secondo il primo cittadino, che sarà «di alto profilo – ha scritto – con un artista di grande levatura internazionale come Antonello Venditti, ambasciatore Unesco, per realizzare un evento culturale di ampio respiro. Un evento culturale pensato con l’obiettivo di sottrarre le persone dai quartieri, come già negli anni scorsi, prima della pausa dovuta al Covid, avevamo pianificato per contrastare e prevenire i falò nei rioni».

La manifestazione organizzata dal comune potrebbe, tuttavia, non svolgersi perché non ci sarebbe stato ancora il via libera dalle forze dell’ordine. Ad oggi l’unica ad essere stata convocata, secondo nostre fonti qualificate, è la commissione pubblica spettacoli che si riunirà nella giornata di domani. Nulla ancora, apprendiamo, riguardo il tavolo tecnico con le forze dell’ordine. Non sono mancate e continuano ad esserci polemiche, soprattutto sui social, per l’evento non solo per motivi legati all’emergenza Covid19 ma anche per motivi legati ai costi. Su questo è stata presentata un’interrogazione in Consiglio Comunale da parte delle opposizioni. Sono stati stanziati complessivamente 170mila euro per lo spettacolo di Venditti e la realizzazione di un video clip promozionale. Inoltre bisogna aggiungere i costi per l’accensione dei tradizionali falò sull’arenile. Emilio D’Averio

LEGGI ANCHE:
Castellammare, a rischio il concerto di Antonello Venditti la notte dell’Immacolata

 


Cronaca

Allerta Meteo arancione dalle ore 18, previsti forti temporali

L’avviso della protezione civile regionale. Possibili frane e fango in tutta la regione

Pubblicato

il

Pioggia-Castellammare-AllertaMeteo

La Protezione Civile della Regione Campania ha emanato un nuovo avviso di allerta meteo.

Il Centro Funzionale, considerato il peggioramento previsto, ha valutato una criticità di livello Arancione sulle zone 1, 2,3,5 (Piana Campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana, Alto Volturno e Matese, Costiera Sorrentino-Amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini, Tusciano e Alto Sele), Gialla sul resto della regione.

Previsti temporali anche di forte intensità e un conseguente rischio idrogeologico con possibili frane, instabilità di versante, colate rapide di fango, caduta massi, allagamenti, esondazioni, innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua.

 

La Protezione Civile della Regione Campania richiama i Sindaci alla massima attenzione, attivando i Centri operativi comunali, attuando tutte le norme previste dai piani di Protezione civile e a valutare il rischio sul territorio di propria competenza adottando le dovute misure di mitigazione del rischio e messa in sicurezza del territorio e di tutela dei cittadini.

Si ricorda che è pericoloso sostare ai piani bassi degli edifici e negli scantinati, nonché transitare nei sottopassi, nelle aree ribassate dove possono arrivare acqua e detriti poiché l’acqua potrebbe scendere dalle zone più alte, mista a fango e materiale vario anche in assenza di pioggia. In caso di necessità, salire ai piani alti dei palazzi.

Continua a leggere

Trending

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402 Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA) NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica. WhatsApp: 334 742 3557 | email: stabianews.it@gmail.com