Seguici sui Social

Politica

Acqua Acetosella, imprenditore bloccato dalla burocrazia: “Ho rilevato il marchio ma non posso produrre”

La storia di Giuseppe Giugliano e del suo progetto di rilancio dello storico imbottigliamento: “Ero pronto a commercializzare l’acqua nei contenitori TetraPak”

Pubblicato

il

C’è un imprenditore che ha rilevato il marchio di acqua Acetosella, ma è bloccato dalla burocrazia e da tira e molla tra Comune e ministero della Salute. Non ultima la sospensione del decreto di riconoscimento per l’acqua imbottigliata fino a qualche anno fa, o meglio prima del fallimento della società Stabia.Di.Mare srl.

Eppure ci sarebbe la possibilità di riattivare la produzione. Proprio grazie all’investimento fatto da un imprenditore stabiese, Giuseppe Giugliano, attivo nel campo dell’ecologia e dell’ambiente. Con la società del suo gruppo che fattura 5 milioni all’anno con la depurazione delle acque, la H2o srl, ha rilevato il marchio Acetosella dal fallimento ed era pronto a far ripartire la produzione attraverso un progetto molto innovativo.

“Purtroppo la concessione è ferma e non siamo riusciti a ripartire con la produzione – afferma Giuseppe Giugliano – Abbiamo rilevato il fitto di ramo d’azienda della Stabia.Di.Mare Srl per proporre un nuovo progetto di imbottigliamento e commercializzazione, utilizzando contenitori in tetrapak molto innovativi. Abbiamo chiesto più volte al Comune, siamo stati in Regione, ma non ci sono state risposte. Così il nostro progetto di far tornare sul mercato l’Acqua Acetosella si è fermato”.

Una ripartenza strozzata dal tira e molla tra ministero e Comune di Castellammare. Il primo motiva la sospensione del decreto di riconoscimento delle acque per la mancata comunicazione dell’Ente rispetto alle analisi. Dal canto suo, l’amministrazione sostiene di aver inviato i risultati delle analisi lo scorso 31 gennaio al ministero della Salute. Ma il risultato è che per ora l’Acqua Acetosella è persa e l’unico imprenditore che aveva intenzione di far ripartire la produzione è bloccato dalla burocrazia.

Daniele Di Martino


Clicca per commentare

Rispondi

Politica

ELEZIONI | La stabiese Carmen Di Lauro (M5S) rieletta alla Camera, flop Tina Donnarumma (Lega)

Eletta all’uninominale di Somma Vesuviana

Pubblicato

il

Elezioni politiche, salgono a due gli stabiesi eletti alla Camera. Dopo l’attore Gaetano Amato, anche Carmen Di Lauro sbaraglia la concorrenza e vince l’uninominale del collegio di Somma Vesuviana. Con quasi il 35% Di Lauro batte Marta Schifone di Fratelli d’Italia.
C’è un’altra stabiese che non ce l’ha fatta. Tina Donnarumma raccoglie poco più del 20% nel collegio di Acerra, vinto sempre dai Cinque Stelle. Ma in questo caso il centrodestra arriva terzo, dietro al candidato di centrosinistra Paolo Siani, fratello di Giancarlo, giornalista de Il Mattino ucciso dalla camorra.

Continua a leggere

Trending

StabiaNews.it di Emilio D’Averio - Supplemento Digitale OnlineMagazine.it
Testata Giornalistica Online registrata al Tribunale di Torre Annunziata (NA) con Reg. N. 01/2017
Editore e Direttore Responsabile: Emilio D'Averio - P. IVA 09784451214
PEC: daverioemilio@pec.it
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica

Cambia impostazioni per la privacy