Seguici sui Social

Cronaca

Castellammare. Il IV Circolo accoglie Dania, bambino in fuga dall’Ucraina

Festa grande alla scuola elementare del quartiere Annunziatella che ha accolto il piccolo Dania in fuga dalla guerra in Ucraina

Pubblicato

il

Castellammare

Castellammare di Stabia. “Saremo tutti amici, Saremo mille voci, un coro che cantando cancellerà le lingue e le distanze non conteranno niente”. Con i versi della celebre “Lo scriverò nel vento” canzone de Lo Zecchino D’Oro i piccoli del IV Circolo Didattico hanno dato il benvenuto Dania, bambino ucraino che ha trovato accoglienza a Castellammare di Stabia. Il piccolo seguirà le lezioni nella scuola del quartiere Annunziatella. Le maestre e la Direttrice Annapaola Di Martino hanno voluto organizzare un momento di condivisione con tutti i bambini del plesso che hanno dato il benvenuto al loro nuovo amico.

Gli stabiesi allo scoppio della crisi in Ucraina hanno fin da subito manifestato la loro solidarietà organizzando raccolte di beni di prima necessità e medicinali ,inviati grazie al supporto della comunità ucraina stabile da anni a Castellammare di Stabia.  Due giorni fa la Chiesa del Carmine ha accolto una famiglia che abiterà in parrocchia .«È un’esperienza bellissima di veri artigiani di pace perché abbiamo garantito loro non solo un luogo dove stare, ma una Comunità che li conoscerà, li sosterrà e li amerà in maniera concreta e appassionata». Questo il commento del Parroco Don Luigi durante la celebrazione della messa. Lo stesso anche per la chiesa di Sant’Antonio che si è adoperata fin da subito a sostegno dei rifugiati ucraini a Castellammare organizzando inoltre dei corsi di Italiano. Emilio D’Averio

LEGGI ANCHE: 
La città ucraina Odessa dove la celebre canzone “O sole mio” fu musicata da un figlio di Stabia


Clicca per commentare

Rispondi

Cronaca

Domani allerta meteo, forti temporali e rischio frane

Pubblicato

il

Meteo-

La Protezione Civile della Regione, ha emanato un avviso di allerta meteo per piogge e temporali anche di forte intensità su tutta la Campania  dalle 6 di domani mattina, domenica 25 settembre, alle 6 di lunedì 26 settembre, su tutta la Campania.

Il livello di criticità idrogeologica e Idraulica è:

 Arancione sui settori centro-settentrionali e, in particolare, sulle zone 1, 2, 3 (Piana Campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana; Alto Volturno e Matese; Penisola Sorrentino-Amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini) con temporali di forte intensità e un conseguente rischio idraulico e idrogeologico diffuso anche con possibili frane, colate rapide di fango, caduta massi, instabilità di versante, allagamenti, voragini.

Giallo su tutto il resto della regione, ma con temporali che in ogni caso potrebbero essere intensi e un conseguente rischio idrogeologico localizzato con possibili frane e caduta massi in territori particolarmente fragili, possibili allagamenti, innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua.

La Protezione Civile della Regione Campania raccomanda agli enti competenti di porre in essere tutte le misure atte a prevenire e contrastare i fenomeni previsti in ordine al rischio idrogeologico per forti temporali, in linea con i rispettivi Piani comunali.

Si segnala altresì la possibilità di fulmini.  Prestare attenzione ai successivi avvisi della Protezione Civile.

Continua a leggere

Trending

StabiaNews.it di Emilio D’Averio - Supplemento Digitale OnlineMagazine.it
Testata Giornalistica Online registrata al Tribunale di Torre Annunziata (NA) con Reg. N. 01/2017
Editore e Direttore Responsabile: Emilio D'Averio - P. IVA 09784451214
PEC: daverioemilio@pec.it
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica

Cambia impostazioni per la privacy