Seguici sui Social

Attualità

Velia Ambiente lancia l’app per la raccolta differenziata

Esordio in dieci minuti per l’azienda salernitana

Pubblicato

il



Segnalazioni in tempo reale, ritiro gratuito di ingombranti, una guida su come fare la raccolta differenziata. Un’App per il riciclo che Velia Ambiente lancia per aiutare i cittadini a differenziare i rifiuti. L’azienda ha infatti recentemente esordito in dieci comuni campani nella gestione dei servizi di igiene urbana.

L’applicazione per smartphone è disponibile in tutti gli store ufficiali già dal primo maggio scorso e rappresenta anche un modo per combattere il fenomeno del «sacchetto selvaggio». L’App Velia infatti prevede un nuovo servizio innovativo: la possibilità di scattare una foto e inviarla direttamente agli operatori ecologici. I cittadini avranno quindi un’arma in più per combattere l’inciviltà di chi abbandona i rifiuti: il loro smartphone o il tablet, attraverso i quali comunicare direttamente con chi si occupa del servizio di igiene urbana.

Il servizio per segnalare l’abbandono dei rifiuti è da subito attivo e per sfruttarlo basta scaricare l’app gratuita dall’Apple Store o dal Play Store. E’ necessario poi iscriversi localizzandosi nella propria città di residenza e iniziare a collaborare come «sentinella dell’ambiente». Per farlo attivamente bisogna accedere alla sezione «segnalazioni», portando all’attenzione degli operatori qualsiasi forma di abbandono oppure di deposito fuori orario dei rifiuti, avendo anche la possibilità di consultare in tempo reale il calendario di conferimento. I cittadini potranno allegare anche una o più foto, localizzando il luogo dell’eventuale deposito abusivo. Chiaramente è possibile indicare anche eventuali disservizi o mancate raccolte, così da effettuare un controllo molto più accurato sul lavoro svolto dagli operatori ecologici.

L’applicazione prevede, inoltre, un sistema di prenotazione per il ritiro ingombranti e una guida pratica per una corretta raccolta differenziata. Per ogni città è disponibile una sezione «dove lo butto?», consultabile in qualsiasi momento. Inoltre, direttamente sull’App è possibile contattare gli operatori di Velia Ambiente telefonicamente, direttamente sul numero verde dedicato a ogni comune, oppure inviando un messaggio alla sezione «contattaci».

Inoltre, è presente una sezione «news» dove saranno pubblicate tutte le variazioni rispetto ai calendari di conferimento e qualsiasi altra novità che riguarda il servizio di igiene urbana di ogni città.

L’iniziativa coinvolge i cittadini dei comuni campani di Torre del Greco, Ercolano, Gragnano, Nola, San Giorgio a Cremano, Afragola, Melito di Napoli, Sessa Aurunca, Maddaloni e San Felice a Cancello. In Puglia l’app sarà disponibile anche per i comuni di Spinazzola e Vico del Gargano.


Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attualità

Castellammare a 800 metri dal sogno bandiera blu

Confermato il riconoscimento alla vicina Vico Equense

Pubblicato

il


Una bandiera blu a ottocento metri da Castellammare. Sarebbe paradossale una decisione del genere e invece nasconde una vocazione turistica che ancora non c’è. Eh sì, perché la bandiera blu viene concessa non solo per le analisi delle acque, ma anche in base a precisi parametri che riguardano i servizi turistici. Per questo viene premiata Vico Equense, in particolare lo specchio d’acqua che va dal Bikini, attraversa Capo la Gala e arriva fino allo Scrajo, raggiungendo perfino marina di Seiano. Ma tra il confine di Castellammare, delimitato dal lido Famous Beach, e il Bikini non ci passano nemmeno 800 metri. Insomma, la città stabiese resta a poche decine di passi dal sogno della bandiera blu, nell’anno in cui il litorale di via De Gasperi è ritornato balneabile. Forse il vento è cambiato, ma tira ancora a favore della penisola sorrentina.

Daniele Di Martino

Continua a leggere

Trending

Cambia le impostazioni per la privacy settings

StabiaNews.it di Emilio D’Averio - Supplemento Digitale OnlineMagazine.it
Testata Giornalistica Online registrata al Tribunale di Torre Annunziata (NA) con Reg. N. 01/2017
Editore e Direttore Responsabile: Emilio D'Averio - P. IVA 09784451214
PEC: daverioemilio@pec.it
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica