Seguici sui Social

Cronaca

Giovane di Sant’Antonio Abate si lancia dal ponte di Seiano, il cordoglio dell’Amministrazione Comunale

Pubblicato

il

Sant'Antonio Abate


E’ morto dopo un volo dal ponte di Seiano, lungo la Statale Sorrentina. Ha deciso per motivi inspiegabili di farla finita, Luigi 33enne di Sant’Antonio Abate. Il giovane questa mattina si è lanciato dal viadotto, a far scattare l’allarme alcuni passanti che hanno chiamato i soccorritori. A recuperare il corpo senza vita del 32enne i vigili del fuoco intervenuti sul posto. Lutto a Sant’Antonio Abate, città di residenza di Luigi che era anche fratello di una consigliera comunale. La notizia ha suscitato non poco scalpore in città dove Luigi era molto conosciuto. Un gesto per tanti inspiegabile. «Ci sono notizie difficili da elaborare, quelle che ti fanno mancare le risposte. Quelle di un dolore così profondo, insopportabile, che porta a togliersi la vita. È straziante soprattutto se si parla di un ragazzo meraviglioso di soli trentadue anni, stimato e conosciuto nel nostro territorio che oggi assiste ad una immane tragedia per la morte di un suo giovane figlio – ha scritto il Sindaco Ilaria Abagnale – Abbiamo attraversato attimi concitati e disperati dal momento in cui, giunti sul posto, ci è stata ufficializzata la notizia. Siamo profondamente addolorati. È difficile persino trovare le parole che esprimano il cordoglio alla famiglia del nostro Consigliere Comunale Anna de Stefano, per cui Luigi è stato un fratello eccezionale, sensibile ed educato. Un dramma che lascia sgomento l’intero paese. L’Amministrazione Comunale, prima rappresentante della comunità civile, parteciperà al dolore della famiglia proclamando lutto cittadino in concomitanza con la celebrazione dei funerali. Ci stringiamo ai suoi affetti più cari».


Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cronaca

Castellammare, piccione si incastra in una rete e muore

Il volatile appeso alla facciata della chiesa in centro

Pubblicato

il

Sant'Antonio Abate

Castellammare di Stabia. Un piccione morto e rimasto appeso alla facciata di una chiesa in centro. Siamo nella di Santa Maria dell’Orto lungo l’omonima strada dove alcuni passanti hanno notato il volatile penzolante e privo di vita. Il piccione è probabilmente morto dopo esser rimasto incastrato in una rete di protezione di una delle finestre dell’edificio sacro. Allertato il parroco a cui è stata richiesta la rimozione della carcassa che rischia di “volare” (doverose le virgolette ndr) giù sui passanti.

LEGGI ANCHE: 
Castellammare, lo scivolo per le barche diventa un parcheggio

Continua a leggere

Trending

Cambia le impostazioni per la privacy settings

StabiaNews.it di Emilio D’Averio - Supplemento Digitale OnlineMagazine.it
Testata Giornalistica Online registrata al Tribunale di Torre Annunziata (NA) con Reg. N. 01/2017
Editore e Direttore Responsabile: Emilio D'Averio - P. IVA 09784451214
PEC: daverioemilio@pec.it
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica