Seguici sui Social

Cronaca

Maxi truffa di un’agenzia di viaggi di Gragnano, scatta la rivolta

Truffa per migliaia di euro di un’agenzia di viaggi di Gragnano, oltre 200 i clienti truffati: pronte azioni legali

Pubblicato

il

truffa


Gragnano. Pronte azioni legali nei confronti di una nota agenzia di viaggi di Gragnano che, alle porte della stagione estiva, ha improvvisamente chiuso con centinaia di viaggi prenotati anche per diverse migliaia di euro. Allo stato dei fatti sono a rischio non solo le vacanze estive ma anche viaggi di nozze per diverse migliaia di euro. L’episodio è stato raccontato sui social tra i commenti della pagina social dell’agenzia di viaggi che ha posto «le proprie sentite scuse» agli utenti. Molti hanno scoperto della chiusura dell’agenzia proprio dal post sui social.

Oltre duecento le persone provenienti da tutta la provincia di Napoli e pronte a partire che avevano prenotato alberghi, voli, soggiorni, abbonamenti ai lidi, tramite l’agenzia incriminata, pagando ingenti somme di danaro in anticipo per bloccare le date e che si ritrovano senza biglietti e senza soldi. L’agenzia con un post social si è scusata per l’episodio annunciando di «mettere in campo tutti gli sforzi possibili per riuscire a trovare la migliore soluzione al problema» dovuto a «sopravvenute problematiche finanziarie che hanno colpito la società» facendo tuttavia sapere di «non riuscire a far fronte agli impegni presi e quindi a garantire i viaggi prenotati». Un post social che ha mandato su tutte le furie i clienti truffati che hanno condiviso la loro esperienza e la somma spesa per le vacanze e che sono pronti ad intraprendere tutte le azioni per riottenere i soldi. Attualmente risultano irraggiungibili i proprietari.


Pubblicità
2 Commenti

2 Comments

  1. Pingback: Truffa delle vacanze, clienti sul piede di guerra. I familiari dei titolari: «noi estranei, prendiamo le distanze» | Stabia News

  2. Pingback: Truffa delle vacanze, arrivano i carabinieri nell'agenzia di Gragnano: sequestrati PC e documenti | Stabia News

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cronaca

Castellammare, controlli straordinari in città

Controlli di polizia locale e agenti del commissariato di Castellammare lungo le strade della città

Pubblicato

il

truffa

Castellammare di Stabia. Ieri sera gli agenti del Commissariato di Castellammare e personale della Polizia Locale, con il supporto degli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Campania, hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio a Castellammare di Stabia.

Nel corso dell’attività sono state identificate 118 persone, di cui 12 con precedenti di polizia, controllati 21 veicoli, di cui 2 sottoposti a sequestro amministrativo, e sono state altresì contestate 4 violazioni del Codice della Strada per mancata copertura assicurativa, guida senza patente, mancata revisione periodica e mancata esibizione dei documenti di circolazione.

Continua a leggere

Trending

Cambia le impostazioni per la privacy settings

StabiaNews.it di Emilio D’Averio - Supplemento Digitale OnlineMagazine.it
Testata Giornalistica Online registrata al Tribunale di Torre Annunziata (NA) con Reg. N. 01/2017
Editore e Direttore Responsabile: Emilio D'Averio - P. IVA 09784451214
PEC: daverioemilio@pec.it
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica