Seguici sui Social

Cronaca

Alla riscoperta del territorio, progetto tra Centro Antico e Fondazione OIERMO

Il progetto coinvolge i giovani del centro antico dai 13 ai 18 anni e ha come obiettivo generale la riscoprerta del proprio territorio e delle sue potenzialità.

Pubblicato

il

territorio

Castellammare di Stabia. “Te vengo a cercà“, è questo il nome scelto per il progetto itinerante coordinato dalla Fondazione O.I.E.R.Mo in collaborazione con la Parrocchia dello Spirito Santo e la Concattedrale di Castellammare di Stabia. Il progetto coinvolge i giovani del centro antico dai 13 ai 18 anni e ha come obiettivo generale la riscoperta del proprio territorio e delle sue potenzialità.

Nelle specifico, il percorso, attraverso attività ludiche e laboratoriali, punta a sviluppare nei ragazzi una maggiore consapevolezza delle realtà che li circonda e una maggiore capacità di relazionarsi con gli altri. Tra gli obiettivi specifici, vi è anche la riscoperta dell’ambiente inteso come un sistema da tutelate e difendere. Il percorso itinerante, prevede per tutto il mese di luglio, una serie di gite “fuori porta”.

Queste le mete scelte dai responsabili del Servizio Civile dell Oiermo, insieme agli animatori delle parrocchie: Monte Faito, Valle dei Mulini, Pastificio Il Mulino, Corderia, Cattedrale e Oratorio di Castellammare e Sorrento, Scavi di Pompei e Stabia e una speciale visita alle Catacombe di San Gennaro. I ragazzi saranno coinvolti per due volte a settimana fino al pomeriggio.


Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402 Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica. WhatsApp: 334 742 3557 | email: stabianews.it@gmail.com