Seguici sui Social

Cronaca

Si perde sul Faito, salvato dal Soccorso Alpino

Soccorso notturno per un turista 48enne che si è perso in un sentiero sul Faito

Pubblicato

il

Faito

Il Soccorso Alpino e Speleologico della Campania è stato allertato nella serata di ieri per un disperso in zona Faito. L’uomo, un danese di 48 anni durante una escursione in zona ha perso gli occhiali e, non riuscendo a vedere bene, si è trovato in difficoltà ed ha sbagliato sentiero. Nonostante fosse illeso, non riusciva a ritrovare la strada ed ha, quindi, allertato i soccorsi, inviando anche la posizione. Immediata la partenza delle squadre tecniche e sanitarie del Soccorso Alpino verso il Monte Faito. In particolare, i tecnici si sono diretti verso il sentiero 350 (che devia verso il 334 verso le tese di Piemonte). L’uomo è stato raggiunto dal Soccorso Alpino e Speleologico della Campania, grazie ad una calata in corda lungo un canalone al di sotto della chiesa di San Michele e, assistito dai tecnici e dai sanitari del Soccorso Alpino, è stato riportato in un luogo sicuro e poi riaccompagnato in albergo (a Castellammare) sempre dal CNSAS, visto che non c’era altra possibilità e non lo si voleva abbandonare di notte in quei luoghi. Alle operazioni hanno partecipato anche i Volontari del Faito.


Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402 Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica. WhatsApp: 334 742 3557 | email: stabianews.it@gmail.com