Seguici sui Social

Politica

Nuove Idee per Stabia lancia un comitato civico per la salute pubblica: “Subito un reparto di emodinamica”

Pubblicato

il

La lista civica “Nuove Idee per Stabia” fondata da Giovanni di Dio Tito e da Pasquale Salvato ha costituito un comitato civico per la salvaguardia della salute pubblica per chiedere ad altra voce a tutte le autorità sanitarie un reparto Emodinamico presso l’Ospedale San Leonardo di Castellammare.

“Ora che la pandemia ormai è in una fase di regressione tornano le emergenze di sempre – si legge nel documento sottoscritto dai fondatori – Purtroppo non hanno avuto seguito le promesse di mettere al centro del discorso politico sociale la Salute. Il nostro territorio già martoriato da tante criticità soffre ancora più di altri della cronica mancanza di strutture sanitarie adeguate per garantire standard assistenziali adeguati al cittadino
Maggiore attenzione merita soprattutto il settore dell’emergenza urgenza e del pronto soccorso dove si evidenziano croniche carenze di personale e carenze tecniche strutturali. Il presidio ospedaliero San Leonardo di Castellammare di Stabia è divenuto con la pandemia di sars covid 19 l’unico presidio di pronto soccorso non solo del territorio vicinorio ma di un ben più vasto bacino di utenza causa la chiusura dei pronto soccorso degli ospedali del territorio. Importanza rilevante riveste la necessità di definire il percorso dell’emergenza cardiologica di primo intervento
Salvavita. A ciò provvede una particolare branca della cardiologia. L’ emodinamica vero presidio interventistico d’urgenza.
Un territorio come il nostro necessita assolutamente di tale reparto capace di intervenire e far fronte con tempestività e adeguatezza alle emergenze cardiologiche dei cittadini dell’intero comprensorio Sorrentino stabiese torrese mettendo fine ad un calvario che mette a repentaglio la vita degli infartuati e addebitando spesso agli operatori santuari responsabilità a cui non sottostanno
In tale ottica costituiamo un comitato civico per sensibilizzare le istituzioni locali regionali e nazionali affinché vengano sdottati gli opportuni atti e provvedimenti affinché l’ospedale di Castellammare di Stabia venga dotato di un apparecchio di emodinamica con relativo staff medico e infemieristico”.


Clicca per commentare

Rispondi

Politica

I commissari accelerano sui condoni edilizi, 4.000 pratiche inevase

Via libera al progetto di produttività per dare risposte ai cittadini

Pubblicato

il

I commissari accelerano sui condoni edilizi. Con una delibera di giunta, i tre reggenti di Palazzo Farnese hanno messo in piedi un progetto di produttività rivolto ai dipendenti dell’ente per evadere l’enorme mole di pratiche edilizie. Sono addirittura oltre 4mila le istanze in giacenza. La maggior parte di queste, circa 2.700 pratiche, non sono nemmeno state istruite. Mentre per la restante parte servono integrazioni e ulteriori verifiche. Un lavoro che la commissione chiede di svolgere non solo ai dipendenti dell’ufficio tecnico, che in ogni caso non sono sufficienti, ma anche ad impiegati di altri settori.

Tale progetto – come si legge nella delibera commissariale – prevede come obiettivo prioritario quello di concludere le istanze su cui pendono procedimenti oggetto di ordini di demolizione RESA disposti dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Napoli – Ufficio Esecuzione Penale, nonché quelli oggetto di ordini di demolizione disposti dalla Procura della Repubblica di Torre Annunziata, al fine di dare risposte certe, nonché dare impulso all’attività tecnico amministrativa relativa alla definizione delle istanze di Condono edilizio giacenti presso l’Ufficio tecnico comunale.

Daniele Di Martino

Continua a leggere

Trending

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402 Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA) NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica. WhatsApp: 334 742 3557 | email: stabianews.it@gmail.com