Seguici sui Social

Politica

Cucine non a norma, stop alla mensa scolastica in diverse scuole stabiesi

Pubblicato

il

mensa

Stop alla refezione scolastica. Il 23 novembre non partirà in tutte le scuole dell’infanzia di Castellammare di Stabia il servizio mensa. C’è la nuova ditta, a cui è stata aggiudicata la gara e a cui il Comune ha chiesto di anticipare il contratto per recuperare il tempo perduto, ma ci sono cucine non a norma in alcuni istituti. E’ il caso dell’istituto comprensivo Karol Wojtyla, che ha pubblicato un avviso: “Sono intervenuti i tecnici per la verifica delle cucine, dal sopralluogo sono emersi diversi problemi tra i quali la mancanza dell’impianto di rilevazione per le fughe di gas. Trattandosi di problemi che mettono a rischio la sicurezza dei bambini e del personale, è stata inviata comunicazione all’ufficio scuola per la soluzione del problema”. Quindi l’inizio del servizio mensa è rinviato a data da destinarsi.

Anche la Panzini comunica il rinvio dell’inizio della refezione scolastica, questa volta non specificando le cause. In questo caso l’avvio del servizio è slittato al 28 novembre. Ma a quanto pare anche altre scuole sarebbero in procinto di far slittare l’inizio della mensa scolastica.


Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402 Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica. WhatsApp: 334 742 3557 | email: stabianews.it@gmail.com