Seguici sui Social

Politica

“Castellammare sicura”, 40 nuove telecamere nei quartieri a rischio

Savorito, Ponte Persica e Cantieri Metallurgici

Pubblicato

il

telecamere

Finanziato il secondo step del progetto “Castellammare sicura”. I fondi sono destinati all’acquisto e installazione hardware e software a servizio delle Forze dell’Ordine, operazioni di scavo e posa in opera di cavidotti in fibra ottica, installazione di n. 40 nuove telecamere per garantire l’osservazione dei punti ritenuti strategici più sensibili del territorio Comunale della zona nord – est (quartieri Savorito, Ponte Persica, Cantieri Metallurgici), incrementando la qualità della vita e la sicurezza dei cittadini ivi residenti e non.

L’obiettivo essenziale primario è assicurare la sicurezza in genere e la tutela del patrimonio immobiliare, garantendo la fruizione degli spazi pubblici con serenità attraverso il potenziamento del sistema esistente e la installazione di nuovi punti di osservazione, con particolare riferimento alle vie di accesso e di uscita dagli stessi quartieri.

Riconoscendo un contributo pari a Euro 250.000,00 nell’ambito del POC (Programma operativo, il Ministero dell’Interno – Dipartimento Pubblica Sicurezza ha approvato la proposta progettuale del Comune di Castellammare di Stabia per “rafforzare le condizioni di legalità per lo sviluppo economico dei territori”.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Per informazioni o per inviare una segnalazione Whatsapp / Telefono +39 351 309 1930 / email: stabianews.it@gmail.com

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402
Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)

NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica.