Seguici sui Social

Politica

Azione si smarca dal “campo largo”: “Dialoghiamo con tutti”

Pubblicato

il

Azione

“Siamo aperti a tutti”. È questo in sintesi il messaggio dei riferimenti locali di Azione, il partito di Carlo Calenda. E che tradotto significa smarcarsi dal “campo largo” con cui ha condiviso qualche documento e una riunione, o meglio tenere le mani libere essendo una forza politica centrista. 

Il documento diffuso da Vincenzo Ungaro è chiaro sotto questo punto di vista: “I riferimenti locali di “Azione”, nell’ambito delle varie iniziative e documenti afferenti diverse tematiche di interesse comune (Pnrr, sottopasso San Marco, Terme, complesso Salesiani, etc.) poste in essere dai movimenti e partiti politici e che si stanno intensificando, evidenziano, nel contempo, che essendo animati da un forte senso della comunità volta al bene collettivo, al di là degli interessi individuali o di parte e spinti da una forte disponibilità al dialogo, visione progettuale espirito di condivisione che siano anche in grado di alimentare un’opinione pubblica consapevole e partecipe, sono favorevolmente aperti a promuovere ed aderire ad ulteriori e foriere iniziative improntate alla tutela delle peculiarità cittadine, da tempo punti dolenti per la vita sociale stabiese”. 

“Tali iniziative collegiali – conclude Ungaro – devono rappresentare la chiave per poter recuperare in maniera resiliente e responsabile le predette tipicità a favore della città e soprattutto dei cittadini stabiesi”.

Daniele Di Martino

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Per informazioni o per inviare una segnalazione Whatsapp / Telefono +39 351 309 1930 / email: stabianews.it@gmail.com

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402
Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)

NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica.