Seguici sui Social

Ultime Notizie

Neonata morta al San Leonardo, il caso scuote le politica. De Luca sotto accusa

Pubblicato

il

morta

Neonata morta al San Leonardo. Il caso della bimba di 3 mesi originaria di Torre Annunziata diventa motivo di scontro politico. E’ Fratelli d’italia ad attaccare De Luca e la gestione della sanità campana.

“L’ultimo caso della neonata di 3 mesi morta per un blocco respiratorio all’Ospedale “San Leonardo” di Castellammare di Stabia rappresenta l’ennesimo caso di malasanità nella Regione Campania targata Vincenzo De Luca. Fa rabbia pensare che la disgrazia si sarebbe potuta evitare facilmente se solo il Pronto Soccorso del P.O. di Boscotrecase fosse stato aperto regalando quei pochi minuti necessari ad evitare una simile tragedia – si legge in una nota di FdI di Castellammare – De Luca intende costruire un ospedale al posto delle Terme di Castellammare di Stabia ma noi ci chiediamo: ma con quale personale? Probabilmente l’unico obiettivo è sperperare ancora soldi pubblici in maniera scriteriata?

È evidente che al San Leonardo di Castellammare come nel resto degli ospedali della Campania il problema principale sia la mancanza di personale, per il quale il Governo Regionale non riesce a prendere provvedimenti concreti, sperperando fondi nei modi più disparati. Purtroppo in questi casi le chiacchiere ed i buoni propositi stanno a “zero” ed a noi non ci resta che esprimere il nostro dolore con grande cordoglio per la tragedia che ha colpito i genitori della bimba”.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Per informazioni o per inviare una segnalazione Whatsapp / Telefono +39 351 309 1930 / email: stabianews.it@gmail.com

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402
Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)

NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica.