Seguici sui Social

Cronaca

Sfregia sul volto l’ex moglie, arrestato 59enne di Sant’Antonio Abate

Pubblicato

il

moglie

Ieri sera i Carabinieri della Stazione di Sant’Antonio Abate, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Torre Annunziata, su richiesta della Procura della Repubblica, hanno proceduto all’arresto di un uomo di 59 anni abatese, in quanto gravemente indiziato del reato di maltrattamenti in famiglia, commessi nei confronti della moglie.

L’indagato, sebbene lo scorso ottobre fosse stato già condannato in primo grado dal Tribunale di Torre Annunziata alla pena di sei anni di reclusione per i reati di maltrattamenti in famiglia e di violenza sessuale ai danni della moglie, secondo quanto emerso dalle indagini avrebbe continuato ad adottare comportamenti vessatori nei confronti della donna.

Durante le indagini e anche dopo la condanna, l’uomo avrebbe tentato di aggredire la moglie, offendendola e minacciandola anche di morte e nel dicembre scorso l’avrebbe colpita, procurandole un vistoso taglio sul viso.

La condotta dell’indagato, dipendente da sostanze stupefacenti e da alcol, aveva cosfretto la moglie e le figlie a vivere in uno stato di ansia continua.

L’indagato, al termine delle formalità di rito, è stato associato al carcere di Poggioreale.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Per informazioni o per inviare una segnalazione Whatsapp / Telefono +39 351 309 1930 / email: stabianews.it@gmail.com

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402
Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)

NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica.