Seguici sui Social



Cronaca

Mancanza di Operatori Socio Sanitari al San Leonardo, la FIALS dichiara lo stato di agitazione

Pubblicato

il

Ospedale-SanLeonardo
PUBBLICITA


Castellammare di Stabia. Mancanza di operatori socio sanitari all’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia, la Federazione Italiana Autonoma Lavoratori Sanità dichiara, visti i disagi causati da questo problema che sembra non trovare una soluzione, lo stato di agitazione. “Come sempre la FIALS – si legge in una nota – aveva ragione”. Già lo scorso maggio l’organizzazione “lanciava il grido d’allarme sulla carenza del personale OSS mettendo in guardia i livelli assistenziali e non solo, perché con l’approssimarsi della stagione estiva bisognava correre ai ripari per provvedere a quanto sopra. Siamo arrivati a Luglio e nulla é stato fatto e non solo, con la messa in quiescenza dei molti lavoratori non si riesce ad assicurare nemmeno i livelli di assistenza per l’emergenza e quant’altro. Infatti il Direttore Sanitario del Presidio Ospedaliero di Castellammare di Stabia pur rendendosi conto che la coperta è corta anzi cortissima, emana provvedimenti tamponi creando scompiglio, caos, malessere con stress psico-fisico agli operatori interessati sballottandoli da un posto all’altro. Infatti, sguarnisce il servizio di pronto soccorso di tale figura perché giustamente servono in Sala Operatoria, ci domandiamo – proseguono – dell’ammalato che arriva in pronto soccorso da chi viene assistito o trasportato per adempiere al soccorso del paziente senza una figura di tale supporto quale l’OSS? Ora più che mai bisogna intervenire ad horas e non solo per assicurare la carenza cronica di tale figura, ma assicurare in tutti i reparti la presenza di questa figura indispensabile per garantire l’efficienza e l’efficacia dell’assistenza del paziente stesso. Addirittura è stato predisposto un turno di pronta disponibilità quando questo personale con questa qualifica è di riposo. Siamo alla comiche – dicono – si è superato la ridicolaggine navigando a vista senza nemmeno il famoso “mozzo”, una barca completamente alla deriva. La FIALS dichiara lo stato di agitazione di tutto il personale riservandosi di presentare apposita calendarizzazione di assemblee che si terranno prossimamente in tutti i luoghi di lavoro, e nelle more di quanto sopra chiede un incontro con i vertici dell’azienda sanitaria”. CLICCA QUI E METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK


Cronaca

Covid, in un mese 7 decessi a Castellammare. Negli ultimi 3 giorni 40 nuovi positivi

Pubblicato

il

Aggiornato il numero delle vittime in città

Castellammare di Stabia. Sono 40 i nuovi casi di contagio registrati a Castellammare di Stabia negli ultimi tre giorni. A renderlo noto è il Sindaco Gaetano Cimmino che fa sapere anche di un aggiornamento del numero delle vittime. Sono 7 i deceduti in un periodo compreso che va dal 23 dicembre 2020 al 21 gennaio. Sale quindi a 48 il numero dei concittadini deceduti per Covid da inizio pandemia. Tra i nuovi positivi 14 di essi presentano sintomi lievi della malattia, i restanti sono asintomatici. Tra i nuovi contagiati ci sono otto cittadini tra i 4 e gli 11 anni. Sono stati lavorati complessivamente 423 tamponi. I guariti invece sono 28. Tra di essi quattro bambini tra i 4 ed i 13 anni.

Continua a leggere