Seguici sui Social

Politica

Rimpasto di giunta, Cimmino sogna di arruolare Vittorio Sgarbi alla Cultura

Pubblicato

il

Vittorio-Sgarbi

Castellammare di Stabia. L’idea è balenata ancora una volta nella mente del sindaco Cimmino. Un’ipotesi accarezzata già nel 2016, in campagna elettorale, che premiò Toni Pannullo al ballottaggio. Al secondo tentativo, però, Cimmino ha conquistato la fascia tricolore e ora sembra pronto al colpaccio. Se n’è parlato nelle stanze di palazzo Farnese, ora che si avvicina un rimpasto politico non più rinviabile. E l’idea è quella di proporre a Vittorio Sgarbi la delega di assessore alla Cultura del Comune di Castellammare. Nel 2016 fu proprio Cimmino ad annunciarlo: “Se divento sindaco sarà Sgarbi l’assessore alla cultura”, con il benestare del critico d’arte più famoso d’Italia. Con la sconfitta elettorale, però, il suo sogno andò in frantumi. Ora si ripresenta l’occasione. La giunta è senza un assessore alla cultura, dopo la scomparsa prematura del vicesindaco Lello Radice, e Cimmino vorrebbe riprovarci. Ma rispetto al 2016 sono cambiate tante cose: Vittorio Sgarbi è ritornato a sedere in Parlamento e questo potrebbe pregiudicare l’operazione. (Daniele Di Martino) CLICCA QUI E METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK


Pubblicità

Leggi anche

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402 Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica. WhatsApp: 334 742 3557 | email: stabianews.it@gmail.com