Juve Stabia, lo Squalo ha fame: la Salernitana è avvisata

Manca ormai una sola settimana al derby Juve Stabia-Salernitana. Il clima a Castellammare inizia ad infuocarsi(allerte meteo permettendo): i tifosi gialloblu’ sognano una grandissima vittoria contro gli acerrimi avversari. Ma prima di tuffarci nella settimana pre-derby, concludiamo questa con l’analisi di un altro colpo di mercato importante di Ciro Polito. Si tratta di Francesco Forte, attaccante classe 1993. Soprannominato lo “Squalo”, il centravanti a disposizione di Caserta ha, fin qui, dimostrato di possedere importanti doti da cecchino con 3 reti (tutte importanti) in 7 partite.

Le difficoltà iniziali di ambientamento sono alle spalle, il predatore d’area di rigore è pronto a prendere la scena tutta per sé e regalare tante gioie ai propri tifosi. Le reti contro Trapani, Pordenone e Pescare non hanno potuto avere seguito nel derby contro il Benevento di settimana scorsa, per un leggero infortunio rimediato contro il Livorno, per questo motivo Forte ha tutte le intenzioni di rifarsi nel secondo derby campano della stagione. La difesa della Salernitana, anzi le prede granata sono avvisate: lo Squalo è pronto a mordere di nuovo sfoderando il proprio sinistro pungente.

I tifosi e tutta la piazza gialloblu’ hanno ormai lasciato alle spalle tutto lo scetticismo iniziale legale all’attaccante di categoria. Probabilmente un altro attaccante importante serviva davvero a Caserta, ma Francesco Forte partita dopo partita sta provando a non far rimpiangere quel numero 9 tanto desiderato. La salvezza passa soprattutto dal mancino, la voglia di fare e il fiuto del gol di Forte. I tifosi sperano, ma soprattutto stanno iniziando ad amare un altro animale oltre la Vespa: lo Squalo di Tor Tre Teste.

LA CARRIERA. L’avventura nel mondo del calcio di Francesco Forte inizia propria nella società del suo quartiere, la Nuova Tor Tre Teste. Nel 2009 viene acquistato dal Pisa e successivamente, nel 2011, arriva la grande chance per la sua carriera: l’Inter. Inizialmente inserito con la squadra Primavera dei nerazzurri, il tecnico Andrea Stramaccioni (suo allenatore anche in Primavera) lo convoca diverse volte in prima squadra, facendolo esordire prima in coppa Italia contro la Roma e poi in Serie A contro il Palermo. Purtroppo le difficoltà di affermarsi in A sono tante, allora l’Inter decide di cederlo con diritto di recompra nuovamente al Pisa. Anche con quest’altri nerazzurri le difficoltà non mancano, e allora viene girato in prestito prima al Forlì e poi alla Lucchese dove riesce a segnare ben 10 reti in sole 18 partite. Ed ecco nuovamente l’Inter che fa valere il suo diritto di recompra.

I prestiti però non sono finiti qui: Cremonese, Teramo e ancora Lucchese nel suo destino. E ancora una volta sono tante le reti con la società toscana. A gennaio 2016 fa il suo esordio in B con la maglia del Perugia. Nella stagione successiva, ancora in B, viene acquistato dallo Spezia dove disputa un campionato di buon livello. Le prestazione con la maglia bianconera attirano le attenzione del Waasland-Beveren, formazione della serie A Belga. Dopo 31 presenze e 8 reti in Belgio, Forte fa il suo ritorno in Italia, acquistato dalla Juve Stabia. Obiettivo salvezza per le Vespe, obiettivo consacrazione per lo Squalo di Roma.

CLICCA MI PIACE ALLA PAGINA STABIANEWS