Seguici sui Social

Cronaca

Ubriaco distrugge sedie, tavoli di un bar sul Corso e inveisce contro le forze dell’ordine: arrestato

Pubblicato

il

Arresto


. Manette per un giovane che è stato trasportato in caserma dal nucleo Radiomobile di di Stabia per resistenza e violenza a pubblico ufficiale. I carabinieri sono intervenuti in un bar in per un uomo che, in preda all’alcol, ha iniziato ad inveire contro i vigili urbani intervenuti per calmarlo su segnalazione di alcuni cittadini. Ed è proprio alla vista degli agenti che l’uomo ha perso le staffe ed ha iniziato a rompere bottiglie di vetro e a lanciare sedie e tavolini del bar all’aria.  Sul posto sono arrivati anche i carabinieri e gli agenti del commissariato di Castellammare. E’ stato inutile anche l’intervento di alcuni familiari. Per l’uomo, che ha inveito anche contro i militari della Compagnia stabiese, sono scattate le manette. CLICCA QUI E METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK


Cronaca

Strage di Alcamo, il ricordo dei carabinieri uccisi. Uno era lo stabiese Apuzzo

Pubblicato

il

Il ricordo dei due carabinieri vittime di un agguato mentre erano in caserma

Ricordate dai carabinieri le vittime della Strage di Alcamo Marina di 45 anni fa. In quella notte del gennaio del 1976 il diciannovenne Carmine Apuzzo, originario di di Stabia, entrato nelle fila dell’Arma da appena un anno e l’appuntato Salvatore Falcetta, trentacinquenne di Castelvetrano, furono sorpresi nel sonno da malviventi che si introdussero nello stabile della casermetta “Alkamar” dopo aver forzato la porta mediante con la fiamma ossidrica. I due militari furono crivellati di colpi mentre dormivano.La scoperta avvenne all’alba, quando gli uomini della scorta dell’allora segretario del Msi Giorgio Almirante, nel transitare lungo la strada statale che costeggia la località turistica, notarono la porta della caserma completamente divelta: all’interno i corpi dei due carabinieri.

Continua a leggere