Seguici sui Social
PUBBLICITA


Cronaca

Dopo anni di servizio al San Marco si spegne Suor Pierina, colonna portante del poliambulatorio parrocchiale

Avatar

Pubblicato

il


PUBBLICITA

. Si è spenta nella giornata di ieri , appartenente alla famiglia delle Figlie della Carità, che per anni ha prestato la sua opera nella . Suor Pierina che ha fatto della solidarietà, servizio ed altruismo, la sua missione di vita è morta in casa sua in Puglia. Tutti la ricordano per il suo sorriso e la sua generosità. E’ stata colonna portante del poliambulatorio della chiesa dell’omonimo quartiere cittadino inaugurato il 15 dicembre del 1975. L’idea di creare un poliambulatorio, inizialmente in funzione solo per la terapia iniettiva, fu di Suor Benedetta Pascucci. Con il tempo la struttura è diventata punto di riferimento e funzione ancora oggi grazie alla disponibilità di tanti medici volontari che offrono consulenza sanitaria a chiunque ne faccia richiesta. CLICCA QUI E METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca

Pacco alimentare integro abbandonato sul Canale Marna a Sant’Antonio Abate. Il Sindaco: “Amareggiati, manca di rispetto verso gli altri”

Avatar

Pubblicato

il

Sant’Antonio Abate. Una busta contenente beni di prima necessità abbandonata nei pressi del canale Marna. E’ la scoperta fatta dalla polizia locale del comune abatese e gli operatori del servizio di igiene urbana. «Il contenuto di questa busta – ha commentato il Sindaco Abagnale – ci ha lasciati molto amareggiati. All’interno della busta vi erano i contenuti di un pacco alimentare. Gli operai dell’azienda “AM Tecnology” e la Polizia Municipale, durante l’indagine, hanno rilevato all’interno della busta pasta e legumi di vario genere, ancora sigillati. Prodotti che sarebbero dovuti essere importanti per la famiglia indigente destinataria, non solo sono stati gettati integri, ma in busta nera ed addirittura abbandonati nei pressi di un fiume! All’interno della stessa abbiamo ritrovato delle tracce che ci han permesso di risalire al trasgressore, avendo così l’opportunità di confermare il nostro sospetto che non fosse abatese. L’individuo, residente in un paese a noi limitrofo, ha ben pensato di trasgredire addirittura la zona rossa pur di gettare questo sentito ingombro. Riteniamo sia il tipo di abbandono che mostra in assoluto la mancanza di rispetto e di educazione verso il prossimo».

Continua a leggere

DALLA HOME

Pubblicità

Trending