Seguici sui Social

Ultime Notizie

Fase2, il capo della Polizia scrive ai Questori: «Assicurare il divieto assembramenti»

Pubblicato

in



Una circolare inviata nella giornata di ieri ai Questori da parte del capo della Polizia in cui raccomanda di «assicurare il divieto di assembramenti» e «massimo impegno per   contrastare mafie, criminalità diffusa e assicurare allo stesso tempo il rispetto del divieto di assembramento. E’ quanto scrive il capo della Polizia Franco Gabrielli in una circolare inviata ai questori di tutta Italia. Saranno poi i tavoli tecnici delle singole questure a “individuare e impartire” le disposizioni necessarie al personale per l’intensificazione dei controlli. «Alla luce del graduale riavvio delle attività economiche e di un progressivo riassetto della vita sociale – scrive il capo della Polizia – si richiama l’attenzione dei questori sulla necessità di orientare il massimo impegno verso l’attività di controllo del territorio, per prevenire e contrastare ogni tentativo di ripresa dell’operatività delle organizzazioni criminali, nonché della criminalità diffusa» e contemporaneamente i questori dovranno assicurare «il rispetto del divieto di assembramenti e di aggregazioni di persone e l’osservanza delle misure del distanziamento sociale».

Continua a leggere
Pubblicità

Politica

Covid, Patriarca (FI): lockdown è fallimento, ma pronti a collaborare

Pubblicato

in

«Il blocco annunciato nelle scorse ore dal governatore della Campania, denuncia il fallimento totale sul fronte sanitario». Lo ha dichiarato Annarita Patriarca, capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale. «Un fallimento – ha continuato la forzista -, in primis, relativo alla capacità di prevenire la diffusione del virus, perché quando potevano rallentare, e aumentare i controlli, per paura che il clima di allarme potesse intralciare le elezioni, è stato fatto nulla o molto poco. D’altro canto non ci si può accorgere solo oggi, quando la situazione è diventata drammatica sul versante dei contagi, che manca il personale sanitario, che c’è carenza di posti letto Covid, che gli ospedali non riescono a garantire percorsi sicuri e tornano a essere primi luoghi di contagio». «C’è innegabilmente – ha sottolineato Patriarca – un vulnus di programmazione, perché chi, nei mesi precedenti doveva provvedere a scongiurare la crisi, non lo ha fatto. Se oggi, di fronte a questi numeri drammatici, drammatici come le carenze sanitarie, la chiusura totale diventa l’unica soluzione, c’è seriamente da preoccuparsi». «Prima di arrivare a questo, ci sarebbe stato bisogno di una concertazione, un confronto con l’opposizione, per trovare soluzioni alternative. E per condividere pure una serie di responsabilità, perché noi dell’opposizione non ci siamo mai sottratti, né ci sottraiamo alla collaborazione, soprattutto in questi momenti». «Non si può nascondere la testa sotto la sabbia come gli struzzi, e negare che nei mesi precedenti ci sia stato un fallimento. Ciononostante, siamo pronti a collaborare con la maggioranza chiedendo di essere coinvolti nelle decisioni, mettendo a disposizione le nostre competenze. E dando una mano a trovare risorse anche da altre parti. Mi riferisco al settore privato: concentriamoci sulle modalità attraverso le quali il privato possa supportare il pubblico. A tal proposito, visto che i laboratori privati accreditati hanno avuto il via libera per il primo tampone, si potrebbe dare a questi la possibilità di completare l’intero iter, delegando loro anche i restanti step». «Contestualmente alla situazione sanitaria, bisogna intervenire anche sul fronte economico. Migliaia di famiglie rischiano un ulteriore impoverimento, che porterebbe immediatamente al tracollo. Aderiamo, in questo senso, alla proposta nazionale di Forza Italia, di bloccare il pagamento dei fitti, delle utenze, di tutto ciò che in questo momento contribuisce a rendere più tragica la situazione», ha detto ancora Patriarca. Che ha concluso: «Bene ha fatto Stefano Caldoro ad aderire al tavolo di concertazione con De Luca e gli altri componenti dell’opposizione, per portare anche il nostro punto di vista e il nostro contributo. E trovare così una soluzione a questa gravissima criticità che attanaglia la nostra terra», ha concluso la capogruppo azzurra.

Continua a leggere

DALLA HOME

Pubblicità

Trending