Seguici sui Social

Cronaca

Commercio in crisi, l’appello del presidente dei commercianti: “Serve una città più curata”

Pubblicato

in



L’appello alla politica dell’Associazione Commercianti di Castellammare

Castellammare di Stabia. “Serve una città più curata, pulita, in ordine, perchè così può essere più accattivante”. E’ l’appello del presidente dei commercianti stabiesi Jonnhy De Meo che dalle colonne di Metropolis quotidiano in edicola oggi commenta la crisi del commercio locale dovuta si all’emergenza Coronavirus ma anche alla città che arranca a proiettarsi in un futuro fatto di turismo e ricettività. Sono diverse le attività in centro che hanno deciso di chiudere. “Non era mai accaduto di tenera a lungo le saracinesche abbassate e negozi sfitti. Non è un segnale positivo”. Le attività commerciali, infatti, stanno incassando di media rispetto allo stesso periodo nell’anno precedente dal 30 al 50% in meno. Ad essere colpiti anche i negozi di generi alimentari che registrano un notevole calo di vendite. “Chi ha chiuso – dice De Meo – l’ha fatto per non rimetterci più soldi ed evitare di accumulare debiti. Magari già prima del Covid le cose non andavano bene e l’emergenza ha accelerato la cessazione dell’attività. Ovviamente il caso non riguarda solo Castellammare. A poco più di un mese dalla riapertura in Campania abbassate circa 20mila saracinesche e altre 50mila – secondo Confesercenti Campania – si avvierebbero alla chiusura nei prossimi mesi. Si stimano perdine per 48 miliardi e oltre 140mila posti di lavoro a rischio. “Se vogliamo guardare a noi – afferma il Presidente dei commercianti – l’amministrazione comunale ci può aiutare a dare una mano a limitare gli effetti di questa crisi” con una maggiore cura ed attenzione per la città.

Cronaca

Coronavirus, altri tre casi positivi. Sale a 59 il bilancio degli attualmente contagiati

Pubblicato

in

Altri tre casi positivi a Castellammare

Castellammare di Stabia. Altri tre casi di coronavirus in città. A renderlo noto è il primo cittadino Gaetano Cimmino.  Si tratta di un 56enne, di una 37enne e di un 24enne che di recente sono stati sottoposti al tampone, il cui esito ha confermato il contagio. I tre cittadini positivi si trovano attualmente in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva. E anche a loro auguro di guarire nel più breve tempo possibile e di rimettersi in fretta. Sale a 59 il numero dei pazienti attualmente positivi in città. E l’incremento recente dei contagi conferma una tendenza piuttosto preoccupante. Da alcune settimane, infatti, si registra un flusso anomalo dei contagi. Ed è per questo che è fondamentale mantenere alto il livello di attenzione e non abbassare mai la guardia. Fa sapere il Sindaco. Una singola leggerezza rischia di arrecare danni alla salute di centinaia di persone. Occorrono maturità, pazienza e soprattutto l’assoluto rispetto delle regole, a partire dall’obbligo di indossare la mascherina anche all’aperto. Insieme riusciremo a superare questo momento delicato e a vincere questa sfida. Insieme ce la faremo.
Continua a leggere

Trending