Seguici sui Social

Politica

Concorsi pubblici e graduatorie idonei, question time del Consigliere Longobardi

Pubblicato

in



Il Consigliere regionale della Campania, Alfonso Longobardi (Gruppo De Luca Presidente) ha rilasciato la seguente dichiarazione: 
«Si è discussa oggi in Consiglio Regionale una mia ulteriore interrogazione question time sullo scorrimento delle graduatorie degli idonei ai concorsi pubblici. 
Dopo la mia mozione , approvata all’unanimità in Consiglio Regionale a ottobre 2019, per la sola graduatoria degli Operatori Socio-Sanitari sono stati già assunti oltre 700 operatori della graduatoria dell’Azienda ospedaliera Cardarelli e oltre 300 della graduatoria dell’Asl Napoli 2. 
Analogamente il reclutamento del nuovo personale sta avvenendo con lo scorrimento delle graduatorie degli idonei di altri profili professionali, come ad esempio i fisioterapisti, gli infermieri, il personale amministrativo delle Asl e delle Aziende ospedaliere. La risposta di oggi della giunta regionale è stata molto soddisfacente. 
L’assessore delegato ha chiarito in aula che dopo i miei molteplici interventi sono stati bloccati nuovi concorsi pubblici per Operatori Socio-sanitari ed infermieri ed è stato dato nuovo impulso allo scorrimento di tutte le graduatorie dei vari profili professionali. 
Occorre evitare la duplicazione dei concorsi pubblici, laddove esistano per specifici profili tecnici, professionali e amministrativi graduatorie vigenti di idonei. In tal modo si completano quanto prima le piante organiche delle Asl e delle Aziende ospedaliere e si evitano inutili esborsi di denaro pubblico per svolgere concorsi-doppione. La battaglia va avanti, senza sosta, anche perché Asl e ospedali hanno da completare i propri piani di fabbisogno del personale  e necessitano di nuove e ulteriori assunzioni che si possono effettuare con trasparenza, economicità ed efficienza utilizzando le graduatorie vigenti».

Politica

Piano di mobilità, Scafarto sotto “esame”. Così l’assessore si gioca la riconferma

Pubblicato

in

Scafarto in un mese si gioca la riconferma. E’ questa la sensazione che traspare da Palazzo Farnese. Il futuro in giunta dell’assessore alla viabilità dipende tutto dalla buona riuscita del piano di mobilità, che molto probabilmente sarà rinviato alla prossima settimana. La motivazione ufficiale è “considerate le condizioni meteo avverse”, ma in realtà la protesta dei commercianti ha contribuito non poco sulla decisione di far slittare l’inizio della maxi-Ztl nel centro cittadino. Un rinvio che difficilmente sarà digerito da una parte della maggioranza di centrodestra e allora sotto accusa finirà proprio Scafarto, uno degli assessori che potrebbe essere defenestrato nell’ambito dell’imminente rimpasto di giunta. Del resto, solo con la buona riuscita del piano di mobilità riuscirebbe a strappare la riconferma.
Non è un caso che nei video di promozione del nuovo piano traffico, ad apparire è soltanto l’assessore. Il sindaco ha completamente delegato l’organizzazione a Gianpaolo Scafarto, proprio per avere una via d’uscita e quindi la revoca, nel caso in cui il Pum non dovesse portare i risultati sperati.

di Daniele Di Martino

Continua a leggere

Trending