Seguici sui Social

Politica

Dinasty Pisacane, una vita in politica. Corre il figlio Raffaele con De Luca

Pubblicato

in



“Stavolta scrivi Pisacane”. Dopo qualche turno di stop (delegando Annalisa Vessella nelle ultime tornate elettroali), la dinastia Pisacane ritorna in pista. Questa volta, e per la prima volta, il figlio dell’ex deputato Michele riceve la staffetta per provare a guadagnare un seggio che conta. Alle regionali scende in campo Raffaele Pisacane, studente in Medicina, con la lista Centro Democratico per De Luca.

Per la dinasty Pisacane si tratta dell’ennesimo salto della staccionata. Annalisa Vessella, due anni fa, era candidata nell’uninominale alla camera per il centrodestra. Pisacane jr si schiera ora con il centrosinistra e quindi con De Luca.

L’annuncio sui social proprio di Raffaele Pisacane: “Mi candido. Una scelta che viene da lontano, una decisione presa anni fa. All’epoca, quando in famiglia quella che era solo un’idea diventò il nostro progetto reale per le regionali 2020, ne parlai innanzitutto con i miei migliori amici, anche loro studenti come me che si affannano tra un esame e l’altro, con poco tempo per dedicarsi ai propri hobby, alle proprie passioni. Capii quel giorno che avrei dovuto immedesimarmi in chi vive la Politica come una cosa lontana, parlai loro di questa candidatura ma non fu difficile rendere l’idea: “Se qualcuno un giorno vi offrisse un provino in NBA, voi come vi sentireste?”. Penso che l’adrenalina oggi sia la stessa, la voglia di mettersi in gioco e voler dimostrare, anche superiore. Racconterò dei miei sogni, della Regione che immagino fra vent’anni, del periodo triste che ci siamo lasciati alle spalle, di quello che si potrà ancora fare per rialzarci. Punto a scaldare gli animi, a trasmettere in ognuno di voi questa adrenalina che sento viva in me… perché la mia passione diventi travolgente, perché il mio sogno diventi il vostro, perché possiate scoprire una realtà diversa da quella che vi raccontano, fatta di tantissime belle persone che fanno dell’impegno sociale e nelle istituzioni una ragione di vita.

Mi lascerò giudicare, scendo nell’agone e so già che non ci saranno solo parole dolci per me, ma lo faccio per ognuno dei miei coetanei, per quegli sguardi pesanti, per il riscatto di tutta la classe politica, per dimostrare che si possono mantenere le mani pulite anche senza tenerle in tasca.
Oggi scendo in campo e lo faccio seguendo i valori che mi sono stati insegnati, con la schiena dritta e la testa alta”.

Daniele Di Martino

Continua a leggere
Pubblicità

Politica

Piano di mobilità, Scafarto sotto “esame”. Così l’assessore si gioca la riconferma

Pubblicato

in

Scafarto in un mese si gioca la riconferma. E’ questa la sensazione che traspare da Palazzo Farnese. Il futuro in giunta dell’assessore alla viabilità dipende tutto dalla buona riuscita del piano di mobilità, che molto probabilmente sarà rinviato alla prossima settimana. La motivazione ufficiale è “considerate le condizioni meteo avverse”, ma in realtà la protesta dei commercianti ha contribuito non poco sulla decisione di far slittare l’inizio della maxi-Ztl nel centro cittadino. Un rinvio che difficilmente sarà digerito da una parte della maggioranza di centrodestra e allora sotto accusa finirà proprio Scafarto, uno degli assessori che potrebbe essere defenestrato nell’ambito dell’imminente rimpasto di giunta. Del resto, solo con la buona riuscita del piano di mobilità riuscirebbe a strappare la riconferma.
Non è un caso che nei video di promozione del nuovo piano traffico, ad apparire è soltanto l’assessore. Il sindaco ha completamente delegato l’organizzazione a Gianpaolo Scafarto, proprio per avere una via d’uscita e quindi la revoca, nel caso in cui il Pum non dovesse portare i risultati sperati.

di Daniele Di Martino

Continua a leggere

Trending