Seguici sui Social

Politica

Regionali, Cirillo tenta il bis ma il gruppo stabiese è spaccato

Pubblicato

in



Luigi Cirillo tenta il secondo mandato in consiglio regionale ma parte del gruppo stabiese è orientato a sostenere un candidato di Napoli

Castellammare di Stabia. Lo stabiese Luigi Cirillo tenta di staccare il ticket di ingresso per il secondo mandato in Consiglio Regionale ma non potrà vantare del sostegno dell’intero gruppo stabiese che sarebbe orientato a votare un candidato di Napoli. Quest’oggi nel comitato di Piazza Spartaco Cirillo incontrerà gli elettori per parlare del lavoro svolto e dei progetti futuri. Tuttavia a distanza di poche centinaia di metri è prevista una manifestazione parallela. Nella sede M5S di via Catello Marano infatti ci sarà un incontro Giovanni Rea, Maria Carmina Biglietto, Luca Caiazzo alias Lucariello e Antonio Crasta. Il confronto con i candidati sarebbe stato organizzato proprio dal gruppo che fa riferimento alla deputata Teresa Manzo che avrebbe però già espresso la volontà di votare il napoletano Gennaro Saiello.


A battezzare la candidatura di Luigi Cirillo a Castellammare di Stabia è stata proprio la candidata alla Presidenza della Regione, Valeria Ciarambino, che ha tagliato il nastro delle porte del nuovo comitato alla presenza del Sottosegretario all’Economia, Laura Castelli alla presenza di molti attivisti, arrivati soprattutto dai comuni limitrofi, molte le assenze sul fronte stabiese.Un segnale questo per Cirillo. Ormai la sua roccaforte, quella che gli consentì l’elezione cinque anni fa, è solo un ricordo lontano.
Daniele Di Martino

Politica

Piano di mobilità, Scafarto sotto “esame”. Così l’assessore si gioca la riconferma

Pubblicato

in

Scafarto in un mese si gioca la riconferma. E’ questa la sensazione che traspare da Palazzo Farnese. Il futuro in giunta dell’assessore alla viabilità dipende tutto dalla buona riuscita del piano di mobilità, che molto probabilmente sarà rinviato alla prossima settimana. La motivazione ufficiale è “considerate le condizioni meteo avverse”, ma in realtà la protesta dei commercianti ha contribuito non poco sulla decisione di far slittare l’inizio della maxi-Ztl nel centro cittadino. Un rinvio che difficilmente sarà digerito da una parte della maggioranza di centrodestra e allora sotto accusa finirà proprio Scafarto, uno degli assessori che potrebbe essere defenestrato nell’ambito dell’imminente rimpasto di giunta. Del resto, solo con la buona riuscita del piano di mobilità riuscirebbe a strappare la riconferma.
Non è un caso che nei video di promozione del nuovo piano traffico, ad apparire è soltanto l’assessore. Il sindaco ha completamente delegato l’organizzazione a Gianpaolo Scafarto, proprio per avere una via d’uscita e quindi la revoca, nel caso in cui il Pum non dovesse portare i risultati sperati.

di Daniele Di Martino

Continua a leggere

Trending